angoli specifici o generici?

L'importanza del potenziamento e dello stretching
lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 15994
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da lucaliffo » mar 10 apr 2018, 23:48

L'Appiedato ha scritto:
mar 10 apr 2018, 10:25
Non è proprio il 3d corretto ma per non frammentare troppo gli argomenti scrivo qui.
Ho una domanda di biomeccanica (credo).
Ponete di porvi con il piede destro sulla riga di una piastrella,
ora scendete, fate cioè uno squat utilizzando solo l'arto destro,
il ginocchio, scendendo dovrebbe: puntare a sinistra del piede o a destra, cioè verso l'interno o verso l'esterno?
Qualora puntasse nella direzione sbagliata, sarebbe il caso di lavorarci o sono difetti biomeccanici non risolvibili
(provavo ieri sera e mentre con la gamba sx il ginocchio cade leggermente all'esterno con la dx cede verso l'interno)
io ho sempre avuto problemi alla gamba dx, da ragazzo ginocchio, poi fasciti e tda.
ho la gamba dx più corta è più debole, inoltre da ragazzo sulla neve presi una distorsione al ginocchio con probabile interessamento del legamento, non curata.
il ginocchio destro è valgo, il piede dx prona e prendo distorsioni alla caviglia verso l'interno.
se faccio il movimento che dici, il ginocchio sx scende perfettamente in asse sagittale, invece il dx punta all'interno di 30°.
probabilmente è tutto collegato ma non so qual'è la causa. ovviamente ho anche la colonna leggermente storta.
provai molte volte a rinforzare solo la gamba dx ma senza successo (non è detto che sia così per tutti).
invece ho tratto giovamento da 2 cose:
- la palestra mi ha rinforzato entrambe le gambe e mai più ho sofferto al ginocchio
- col plantare non ho più avuto fasciti
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
L'Appiedato
Seniores
Seniores
Messaggi: 2481
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da L'Appiedato » mer 11 apr 2018, 8:38

lucaliffo ha scritto:
mar 10 apr 2018, 23:48
L'Appiedato ha scritto:
mar 10 apr 2018, 10:25
Non è proprio il 3d corretto ma per non frammentare troppo gli argomenti scrivo qui.
Ho una domanda di biomeccanica (credo).
Ponete di porvi con il piede destro sulla riga di una piastrella,
ora scendete, fate cioè uno squat utilizzando solo l'arto destro,
il ginocchio, scendendo dovrebbe: puntare a sinistra del piede o a destra, cioè verso l'interno o verso l'esterno?
Qualora puntasse nella direzione sbagliata, sarebbe il caso di lavorarci o sono difetti biomeccanici non risolvibili
(provavo ieri sera e mentre con la gamba sx il ginocchio cade leggermente all'esterno con la dx cede verso l'interno)
io ho sempre avuto problemi alla gamba dx, da ragazzo ginocchio, poi fasciti e tda.
ho la gamba dx più corta è più debole, inoltre da ragazzo sulla neve presi una distorsione al ginocchio con probabile interessamento del legamento, non curata.
il ginocchio destro è valgo, il piede dx prona e prendo distorsioni alla caviglia verso l'interno.
se faccio il movimento che dici, il ginocchio sx scende perfettamente in asse sagittale, invece il dx punta all'interno di 30°.
probabilmente è tutto collegato ma non so qual'è la causa. ovviamente ho anche la colonna leggermente storta.
provai molte volte a rinforzare solo la gamba dx ma senza successo (non è detto che sia così per tutti).
invece ho tratto giovamento da 2 cose:
- la palestra mi ha rinforzato entrambe le gambe e mai più ho sofferto al ginocchio
- col plantare non ho più avuto fasciti
Nel mio caso:
il fatto che il ginocchio dx ceda verso l'interno credo sia più dovuto ad una certa rigidità della caviglia e del piede. L'edema osseo del piede dx mi ha lasciato questa "cicatrice" a cui sto cercando di porre rimedio. Certo, migliorare la forza dell'arto credo che non possa fare che bene.
La gamba sx la sento più forte e stabile ma purtroppo i problemi agli adduttori di questo periodo ne limitano i movimenti. Ad esempio al momento faccio ancora molto fatica ad alzarmi da una sedia utilizzando solo questa gamba; oppure a fare il plank appoggiandomi su quella sola gamba.
Secondo voi, esercizi come il "pistol squat" possono avere una utilità per la corsa?
Intendo tutta quella serie di esercizi che (da quel che capisco) necessitano sicuramente di forza ma anche di tanto equilibrio e coordinazione inter-intramuscolare
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 15994
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da lucaliffo » mer 11 apr 2018, 23:42

è un esercizio che m sta antipatico. se lo facessi con la gamba dx mi beccherei una lussazione della tibia. secondo me è pericoloso per chi ha asimmetrie.
a parte che per farlo ci vuole tanta forza.
al suo posto faccio step up di lato su rialzo di 65cm
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
L'Appiedato
Seniores
Seniores
Messaggi: 2481
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da L'Appiedato » gio 12 apr 2018, 9:08

Grazie per la risposta,
al di là dell'inserire o meno l'esercizio in questione, mi era sorto il dubbio se un runner dovesse riuscire normalmente a fare queste cose, se queste capacità dovessero essere nel suo "bagaglio" e, in caso contrario, se si dovesse lavorare per inserirle
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 15994
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da lucaliffo » gio 12 apr 2018, 11:20

secondo me, se lo fai full e con tallone al suolo, pochi riescono a farlo
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 9220
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da Zedemel » gio 12 apr 2018, 11:45

avrei paura di perdere il ginocchio al solo pensiero.
Io sto provando a fare una specie di squat su una gamba sola, scendendo, siedo su una seggiola e risalgo.
A mazza di dobermann
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
Lord_Phil
Simpaticone
Simpaticone
Messaggi: 4029
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 18:14

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da Lord_Phil » ven 13 apr 2018, 2:27

Avevo visto un video di emma Coburn (siepista) fare il pistol squat. Io non riesco mica a farlo, cado

Sul video di Vettel, ce n’era un altro, proprio come lo descriveva l’appiedato, con la parabola ecc, l’avevo visto a suo tempo
100 12”62 200 25”45 400 57”10
800 2'18" - 2'52
1000 3'06” 1500 4'55" - 3'16
3km 10'48" - 3'36" 5km 18'48" - 3'46
10km 38'37" - 3'52" 21km 1h26'31" - 4'06
42km 3h35'58" - 5'07

Avatar utente
salvassa
Seniores
Seniores
Messaggi: 2948
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da salvassa » ven 13 apr 2018, 6:48

Il pistol è 80% equilibrio e 20% forza mi sa. Neanch'io ci riesco. Poi non mi ci sono mai messo seriamente a provarci ma è più una skill che un esercizio
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 40'19" (Miguel 20/01/2019) 21k 1h30'27" (Roma Ostia 10/03/2019) 42k 3h24.43 (Berlino 2019)
Squat 145 Panca 100 Stacco 185

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 9220
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da Zedemel » ven 13 apr 2018, 8:00

salvassa ha scritto:
ven 13 apr 2018, 6:48
Il pistol è 80% equilibrio e 20% forza mi sa. Neanch'io ci riesco. Poi non mi ci sono mai messo seriamente a provarci ma è più una skill che un esercizio
in effetti mi sembra lo usino pure i golfisti
A mazza di dobermann
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 15994
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: angoli specifici o generici?

Messaggio da lucaliffo » gio 19 set 2019, 16:16

caro salvassa ti spiego... mi scrisse una giovane velocista elite italiana (gruppo sportivo militare) che studia scienze motorie, facendomi complimenti (professionali, non estetici :D ) e chiedendo lumi circa l´uso dei differenti ROM nello squat ai fini dell´allenamento per i 200-400.
anche se lei ne faceva piú una questione di specificitá della velocitá di esecuzione piuttosto che di meccanica.
il discorso potrebbe essere lunghissimo comunque le ho risposto questo:


ti propongo 2 studi (sarebbe anche il caso di studiarsi le bibliografie).
il primo pende a favore del full squat, il secondo (scaricare il pdf) a favore del 1/4 e 1/2.

https://journals.lww.com/nsca-jscr/full ... ng.10.aspx

https://www.termedia.pl/Joint-angle-spe ... 2,0,1.html

ma, come saprai, gli studi vanno "ragionati", sia nella comparazione fra loro, sia nella loro utilizzazione per i nostri bisogni. danno sempre risultati limitati ai loro campioni, ai loro protocolli, ai loro test. ad esempio questi 2 studi sono molto diversi sotto tali aspetti, addirittura cambia la definizione di 1/4 di squat (che nel 2° studio é ció che in italia verrebbe definito 1/2 squat).
riguardo ai "nostri bisogni" ad esempio, nell´ipotesi che accettassimo l´idea che ogni ROM é utile a qualcosa, se un ROM basso giá lo usiamo mentre facciamo power cleans, potrebbe essere superfluo usarlo anche "puro".
oppure potremmo usare ROM maggiori soprattutto lontano dalle gare e minori in fasi di realizzazione/taper.
il tutto SEMPRE sperimentando sul singolo atleta.
c´é poi la questione infortunistica: anche il 2° studio concorda che ROM minori sono piú pericolosi, primo perché permettono carichi maggiori, secondo perché portano a sbilanciamenti muscolari (quanto minore il ROM, meno si usa la catena posteriore e piú i quadricipiti)
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Rispondi