Come riprendere dopo un infortunio

Non li vorremo ma purtroppo fanno parte del gioco
Lucky
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 42
Iscritto il: ven 6 gen 2017, 16:13

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da Lucky » ven 10 feb 2017, 23:24

lucaliffo ha scritto:
ven 10 feb 2017, 23:13
e che ne so? :)
allora vedrò di agire con cautela....grazie lo stesso..e buone corse :beer2:

zivago

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da zivago » ven 20 ott 2017, 13:47

Leggo di acciacchi e infortuni vari. Mi dispiace e auguro a tutti di riprendere presto e bene.

Si dice che l'uomo nel suo percorso evolutivo, dacché è sceso dagli alberi, si è fisiologicamente formato per correre.
In proposito ci sono fior di studi che dimostrano come noi, più di altri animali, siamo strutturati per la corsa: dall'essere bipedi ed eretti con arti inferiori lunghi; all'essere glabri con buona termoregolazione; alla capacità di gestire in modo intelligente la sofferenza da fatica.
È davvero così? Io non sono un esperto di scienze motorie ma osservo i bambini. Guardo i miei nipoti e i loro coetanei in età prescolare: hanno un istintivo bisogno di correre, non camminano mai. I bimbi, sia che giochino, che per semplici spostamenti, sgambettano, trotterellano, zampettano... corrono sempre.
Poi, crescendo, questi cuccioli d'uomo vengono guastati dagli odierni stili di vita: diventano sempre più sedentari e pigri; per spostamenti che superano poche centinai di metri son trasportati in automobile; passano tante ore alla TV o al computer; dispongono di pochi e inidonei spazi per le attività motorie; mangiano troppo e con cibo cattivo; in famiglia e a scuola vengono poco educati ad una valorizzazione, culturale ed etica, dello sport praticato.

Sì! Siamo tutti fatti per correre ma, evidentemente, la natura non è stata equanime nel dare ad ognuno le stesse doti, anzi, con qualcuno è stata pure avara. Quasi sempre però quel che ci manca da una parte può essere compensato da un'altra. Si può essere cattivi velocisti ma buoni fondisti, si può primeggiare provvisoriamente o modestamente ma durevolmente resistere. Può essere anche che uno sport traumatico come il running non sia adatto a tutti. Taluni riescono male nel podismo ma bene nel ciclismo o nel nuoto, nel canottaggio, nel tennis, nella pallavolo, nell'ippica, nel golf, nel tiro con l'arco, nella pesca sportiva, nello yoga, nel biliardo, nel bridge...
Io che amo la montagna, per esempio, avrei voluto diventare un buon rocciatore ma non ci sono riuscito. Mi mancava il coraggio per l'arrampicata in verticale: ché aggrapparsi alla roccia con sotto il precipizio richiede, oltre che dell'ottima tecnica, una buona dose di temerarietà. E neppure ero fisicamente idoneo per diventare un buon arrampicatore: con la mia altezza di 1,93m posizionavo male il baricentro e le gambe troppo lunghe mi impedivano la necessaria agilità. Cosicché ho ripiegato sul trekking montano che comunque mi ha dato parecchie soddisfazioni.

Ebbene ho perso molto con il ridimensionamento delle mie ambizioni sportive ? Chissà!?
Forse ho perso per sempre l'esaltante ebbrezza, tante volte racconta dagli amici del CAI, che si prova quando si riesce a conquistare un'impervia cima. Magari invece ho guadagnato, nel tempo, la perseveranza del continuare, anche a 62 anni, a macinare tanti chilometri a discreta velocità e, a differenza di tanti compagni di montagna, non mi sono rotto né messo in pantofole.

Insomma…
♫♫♫
Ci vuole un fisico speciale
per fare quello che ti pare…

Ci vuole il fisico e il carico e il manico
Ci vuole di non farsi prendere dal panico
Il tocco magico, lo slancio atletico
L'afflato mistico e il diploma allo scientifico
Il piano B da realizzare quando è sabato
La scarpa giusta e il materasso morbido
Ci vuole un dio che ci protegga quando il gioco si complica…

Ci vuole un fisico bestiale
il mondo è un grande ospedale
e siamo tutti un po' malati
ma siamo anche un po' dottori…

Ci vuole un fisico bestiale
perché siam barche in mezzo al mare

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3540
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da Ericradis » ven 20 ott 2017, 15:01

Ci sono altri Autori che non sono concordi nel dire che l'uomo si sia evoluto per correre.
Eccone uno a caso... :lol:

http://ilcorsarotraining.blogspot.it/20 ... zione.html

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13109
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da lucaliffo » ven 20 ott 2017, 16:39

Ericradis ha scritto:
ven 20 ott 2017, 15:01
Ci sono altri Autori che non sono concordi nel dire che l'uomo si sia evoluto per correre.
Eccone uno a caso... :lol:

http://ilcorsarotraining.blogspot.it/20 ... zione.html
scusate se mi autoincenso, ma quello fu un articolo leggendario :inchini:
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3540
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da Ericradis » ven 20 ott 2017, 17:33

lucaliffo ha scritto:
ven 20 ott 2017, 16:39
Ericradis ha scritto:
ven 20 ott 2017, 15:01
Ci sono altri Autori che non sono concordi nel dire che l'uomo si sia evoluto per correre.
Eccone uno a caso... :lol:

http://ilcorsarotraining.blogspot.it/20 ... zione.html
scusate se mi autoincenso, ma quello fu un articolo leggendario :inchini:
Confermo!

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1462
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da L'Appiedato » ven 20 ott 2017, 22:39

@zivago, ti ringrazio per il tuo pensiero ma in tutta onestà ti spiego il mio, di pensiero. Ti prevengo, ti apparirà poco sano e ben poco degno di successo.
M a prima un preambolo, A volte le balle rendono felici. Dire alle persone che amano fare una determinata cosa, che sono nate per fare quella determinata cosa, le rende felici, le stimola a proseguire, ad interessarsi, a comprare i tuoi libri sull'argomento, a comprare le scarpe fatte per correre come se non si indossasse alcuna scarpa (nota la bellezza di questa magia: Io ti dico che sei fatto per correre senza scarpe ma al contempo ti faccio comprare un sandalo per correre a 100 euro).
Ma non è questo il punto.
Non ho iniziato a correre per il piacere della corsa. Ho iniziato a correre perchè avevo ancora la voglia di dedicarmi ad uno sport con l'anima e con il corpo, cosa che nel ciclismo non mi era più possibile.
Se questa opportunità viene meno, viene meno anche la mia ragione di correre, allora rinforcherò la bici e me ne andrò a fare dei giri sul mio appennino solo per il gusto di sentire il vento sulla faccia e per ritornare ad essere "ricco, se non in denaro, in ore d'oro e giorni d'estate"
Ma sai qual'è il problema? Il problema è che 30anni ce li avrò solo ora e solo ora avrò ancora 4 o 5 anni in cui il mio corpo mi potrebbe consentire di ottenere qualche risultato decente.
Tutte le volte che sono alla mercè di qualcosa che non dipende da me che sia l'infiammazione di un dannato tendine o il volere di un qualsiasi coglione, mi pare di masticare un amaro antipasto della morte perchè sono entrambe accomunate dalla stessa cosa: l'ineluttabile.
Insomma, riprendendo il tuo esempio, io non sarei capace di fare trekking perchè se lo facessi, ogni volta che alzerei lo sguardo ad ammirare le vette, mi assalirebbe il rammarico per non essere diventato rocciatore. Meglio allora chiudersi in una cantina e non veder più alcuna ne montagna ne collina.
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Avatar utente
spiritolibero
Seniores
Seniores
Messaggi: 2288
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da spiritolibero » sab 21 ott 2017, 0:11

Appiedato, ho un amico che era uno dei più forti ciclisti junior di una ventina di anni fa. Ma forte sul serio. Non ti dico in Navarra, di dove è originario, come i giornali già lo chiamavano: l'erede di.... ci siamo capiti. Vinse un campionato del mondo giovanile mettendosi dietro gente come Basso, Contador, Jimenez e via dicendo.
Era prontissimo a lanciarsi nel professionismo, contratti firmati con Banesto e Deutsche Bank. Sul più bello... zac. Incidente bruttissimo e rotula letteralmente in frantumi. A 23 anni la sua carriera era già finita.
Beh, la sua vita è continuata. Oggi ha una bella famiglia, un ottimo lavoro, è goloso di fichi d'india, d'estate se ne va a caccia di femmine con il sottoscritto... ...direi che non se la passa male... :lol:

Questo aneddoto per dirti di non crucciarti. Non so cosa ti sia successo col ciclismo, ma i problemi con la corsa dovrebbero essere risolvibili con un po' (molta) pazienza. E comunque anche a livello di categorie di master girano belle bestie eh! Quindi non ti fare prendere dal panico dello scorrere del tempo come la donna che deve fare un figlio se no poi è troppo tardi.
Visto che presti particolarmente attenzione alla prestazione in sé, quest'anno agli europei master cat. m35 si è vinto l'oro con 3.59, 14.42 e 31.29, rispettivamente per 1500, 5000 e 10mila, che non mi sembrano proprio tempi da comuni amatori. :shock: ...Quindi hai voglia a darci dentro.
1,73m x 59kg
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13109
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da lucaliffo » sab 21 ott 2017, 0:15

1) regà, si possono raggiungere quasi tutte le vette alpine, anche over 4000, anche col trekking, senza arrampicare verticale o difficile. al massimo ci vogliono i ramponi da ghiaccio oltre i 3000-3500 ma senza pendenze difficili.

2) l'uomo è fatto EVENTUALMENTE ANCHE per correre, come per altre 1000 attività.

3) ma qua ndo voi correre???

Immagine
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
spiritolibero
Seniores
Seniores
Messaggi: 2288
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da spiritolibero » sab 21 ott 2017, 0:20

Luc, la verità è che l'uomo si è evoluto per adattarsi ai più svariati contesti. Tant'è vero che abbiamo colonizzato praticamente tutto il pianeta.
Quindi possiamo fare 1000 attività diverse proprio perché non siamo specializzati in una soltanto. Possiamo persino andare in apnea sotto il mare. Secondo me siamo la specie meglio adattata al mondo.
1,73m x 59kg
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13109
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Come riprendere dopo un infortunio

Messaggio da lucaliffo » sab 21 ott 2017, 0:34

spiritolibero ha scritto:
sab 21 ott 2017, 0:20
Luc, la verità è che l'uomo si è evoluto per adattarsi ai più svariati contesti. Tant'è vero che abbiamo colonizzato praticamente tutto il pianeta.
Quindi possiamo fare 1000 attività diverse proprio perché non siamo specializzati in una soltanto. Possiamo persino andare in apnea sotto il mare. Secondo me siamo la specie meglio adattata al mondo.
appunto.
quindi chi dice che abbiamo uno speciale talento per la corsa, o che questa addirittura abbia caratterizzato l'evoluzione, sbaglia... o vuole vendere scarpe.

ci adattiamo bene perchè siamo polivalenti, abbiamo qualità di livello medio ma le abbiamo tutte. siamo poco specializzati.
pensate all'adattamento climatico.
nella bassa mesopotamia sono stati 3 mesi con minime di 38 e massime sempre sopra 50 con punte di 54.
in siberia, nell'alto bacino della lena, 2 mesi fa stavano a 35... oggi a -25 (e arriveranno a -55), roba da impazzire! :shock:
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Rispondi