The Dark Side of The Run

Vuoi creare il tuo diario? Questo è il tuo posto
merlino
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 41
Iscritto il: mar 27 mar 2018, 8:16

Re: The Dark Side of The Run

Messaggio da merlino » gio 31 mag 2018, 21:16

Io credo che nella corsa e nella vita soprattutto bisogna porsi obiettivi sfidanti. Del resto gli allenamenti sono una palestra per la vita dove conta la perseveranza la tenacia la forza e la strada dove corriamo la mattina è dura, fredda o calda ma sempre inospitale... ogni passo si fatica e per andare avanti devi spingere anche in discesa e più diventi bravo e più aumenta la fatica ... perché vuoi andare più veloce...
adoro la corsa!

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5284
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: The Dark Side of The Run

Messaggio da Zedemel » ven 1 giu 2018, 0:21

Ovviamente la mia era una battuta.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
salvassa
Promesse
Promesse
Messaggi: 1301
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: The Dark Side of The Run

Messaggio da salvassa » ven 1 giu 2018, 9:51

@merlino di base è così hai ragione

però ci sono dei momenti in cui non si migliora... quindi o si ha la lungimiranza di vederla come miglioramento long term di cui si stanno mettendo le basi o se non possibile come resilienza al peggioramento inevitabile o tocca rivedere il "perché si corre" e trovare altre motivazioni... altrimenti il rischio è di bruciarsi in breve e smettere di correre
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 42'07" (Fiumicino 03/12/2017) 21k 1h35'50" (Fregene 11/02/2018) 42k 3h41 (Roma 2018)
Squat 145 Panca 95 Stacco 180

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1069
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: The Dark Side of The Run

Messaggio da L'Appiedato » ven 1 giu 2018, 11:50

merlino ha scritto:
gio 31 mag 2018, 21:16
Io credo che nella corsa e nella vita soprattutto bisogna porsi obiettivi sfidanti. Del resto gli allenamenti sono una palestra per la vita dove conta la perseveranza la tenacia la forza e la strada dove corriamo la mattina è dura, fredda o calda ma sempre inospitale... ogni passo si fatica e per andare avanti devi spingere anche in discesa e più diventi bravo e più aumenta la fatica ... perché vuoi andare più veloce...
adoro la corsa!
Chiedo: è obbligatorio soffrire?
Già la vita è quello che è, è obbligatorio cercarsi pure uno svago duro, freddo, caldo ed inospitale?
Allora la mia risposta è questa, è inutile trovare risposte filosofiche sul perchè corriamo, quasi sempre saranno menzogne, in primis a noi stessi.
Corriamo perchè ci va, perchè è una cosa che per varie ragioni risponde a nostre esigenze. Corriamo prechè ci viene più facile fare quello che altro, perchè si adatta a noi, alle nostre storture causate dalla vita vissuta, dagli insegnamenti ricevuti, dalle ossessioni coltivate, un po' da esigenze biologiche ecc ecc.
Insomma non c'è una buona ragione, ci sono cause che ci portano a farlo
"Sono sprecato per la corsa campestre. Noi Nani siamo scattisti nati. Pericolosissimi sulle brevi distanze!"
http://appiedato.blogspot.it/

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5284
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: The Dark Side of The Run

Messaggio da Zedemel » ven 1 giu 2018, 12:42

L'Appiedato ha scritto:
ven 1 giu 2018, 11:50
merlino ha scritto:
gio 31 mag 2018, 21:16
Io credo che nella corsa e nella vita soprattutto bisogna porsi obiettivi sfidanti. Del resto gli allenamenti sono una palestra per la vita dove conta la perseveranza la tenacia la forza e la strada dove corriamo la mattina è dura, fredda o calda ma sempre inospitale... ogni passo si fatica e per andare avanti devi spingere anche in discesa e più diventi bravo e più aumenta la fatica ... perché vuoi andare più veloce...
adoro la corsa!
Chiedo: è obbligatorio soffrire?
Già la vita è quello che è, è obbligatorio cercarsi pure uno svago duro, freddo, caldo ed inospitale?
Allora la mia risposta è questa, è inutile trovare risposte filosofiche sul perchè corriamo, quasi sempre saranno menzogne, in primis a noi stessi.
Corriamo perchè ci va, perchè è una cosa che per varie ragioni risponde a nostre esigenze. Corriamo prechè ci viene più facile fare quello che altro, perchè si adatta a noi, alle nostre storture causate dalla vita vissuta, dagli insegnamenti ricevuti, dalle ossessioni coltivate, un po' da esigenze biologiche ecc ecc.
Insomma non c'è una buona ragione, ci sono cause che ci portano a farlo
siamo fatti per essere attivi (anche mentalmente) e probabilmente qualcosa fatto con passione comporta sempre una certa fatica e impegno (se non fisica, mentale) per ottenerne il meglio.
E' un po' la differenza che fa Albanesi tra l'hobby e l'oggetto d'amore, mi ritrovo abbastanza.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
AdeleSkywalker
Juniores
Juniores
Messaggi: 546
Iscritto il: sab 5 set 2015, 20:06

Re: The Dark Side of The Run

Messaggio da AdeleSkywalker » ven 1 giu 2018, 14:15

Io corro e faccio 1000 attività perché ne sento il bisogno. Cerco di migliorare le mie prestazioni ( e per questo, ora mi sto dedicando a migliorare il mio fisico e di conseguenza la sua resa ) perché mi piace vincere, e mi piace la competizione. Me lo ha prescritto il medico? No. É quello che è meglio per me? Si. È sano? Ni. Ma a parte tutte queste domande, direi che ogniuno deve trovare nello sport, qualunque esso sia ( penso nel caso di tutti qua dentro sia la corsa ) un motivo di benessere, lo stesso piacere che provi anche durante la “sofferenza”. Personalmente non chiamerei mai sofferneza quella che si prova durante un lavoro fatico, perché lo faccio con piacere, con motivazione. Cerco, quando senti schioppare il cuore vorresti morire, ma non la definisco sofferenza
MayTheForceBeWithYou

Rispondi