the chippz problem

Vuoi creare il tuo diario? Questo è il tuo posto
lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13057
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

the chippz problem

Messaggio da lucaliffo » ven 6 lug 2018, 14:50

spuffy ha scritto:
gio 5 lug 2018, 23:43
Il ragazzo mio amico ha fatto il 1500 in 4.13 e si sparava sicuramente robe più lunghe di chippz sono abbastanza estraneo dal mezzofondo. Ma da come descrive le cose chippz sembra che manchi resistenza. Che so tipo un 5*1000 con recupero 2' a ritmo 3000 avrebbe potuto giovare no? Cmq ripetute più lunghe e più lente
ne abbiano fatte eccome, l'ho scritto a zedemel. ho specificato solo alcuni ritmi 800-1500.
spuffy ha scritto:
gio 5 lug 2018, 23:43
Quindi rimane il dubbio che tiri troppo in allenamento oppure non abbia la testa per gareggiare... Che pensi tu?
io penso che le cause siano varie.

1) SCARSA RESILIENZA GENERALE. certe difficoltà (lavorare, alzarsi presto, correre la mattina, correre la sera, dormire poco, il caldo, eventi della vita quotidiana, ecc.) a chippz pesano più che agli altri. non è "colpa sua".
anche per questo quest'anno l'avevo portato a 7 sedute con un bigiornaliero, costringendolo ad alzarsi prima, per vedere di stimolargli una maggiore resilienza

2) PROBLEMI MECCANICI AI PIEDI/POLPACCI. vero, lo sappiamo da sempre e in teoria concordo con l'allenatore sul campo. ma come fai a insistere su sta cosa con uno che ha eterni problemi ai tendini? è molto pericoloso e a me non mi va di tranciare i tendini alla gente. se lui vuole rischiare se ne assume la responsabilità insieme all'allenatore sul campo mentre io continuerò a programmare l'allenamento.
questo però non spiega integralmente la sua lentezza in gara, perchè anche in allenamento ha fatto prove lunghe buone senza che il problema insorga. ad esempio nel 2016 fece:
1000 (3'00) + robetta + 500 (1'22)
come abbiamo visto, altri che fanno sta seduta poi sui 1500 vanno a 2'56-3'04 (e fanno 2'12 sugli 800), lui invece andò a 3'13 e con primi giri 1'16 e 1'21. quindi in gara la lentezza insorge da subito.
quindi secondo me c'è anche una:

3) GAROFOBIA

per completare onestamente tutte le ipotesi, ci potrebbe anche essere questa:

4) LUCALIFFO NON E' RIUSCITO A COMPRENDERE I BISOGNI ATLETICI DI CHIPPZ. non posso essere io a giudicare in proposito e non abbiamo riscontri alternativi. secondo me abbiamo curato tutto e bene, però potrebbe pure essere, e mica so' mandrake!
comunque in gara era lento pure nel 2014 prima che lo allenassi io
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6472
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: the chippz problem

Messaggio da Zedemel » ven 6 lug 2018, 15:12

Ma programmare degli 800 di test al posto di certi lavori, sarebbe così deleterio/pericoloso/eccessivo?
Giusto per avere qualche indicazione in più su quanto possa incidere su di lui, la routine pre-gara, gli orari, la gente, il contesto.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1449
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: the chippz problem

Messaggio da L'Appiedato » ven 6 lug 2018, 15:14

Avrei preferito un titolo piú letterario, che ne so
"I dolori del giovane Chippz" :mrgreen:
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13057
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: the chippz problem

Messaggio da lucaliffo » ven 6 lug 2018, 15:17

Zedemel ha scritto:
ven 6 lug 2018, 15:12
Ma programmare degli 800 di test al posto di certi lavori, sarebbe così deleterio/pericoloso/eccessivo?
Giusto per avere qualche indicazione in più su quanto possa incidere su di lui, la routine pre-gara, gli orari, la gente, il contesto.
si può fare, basta che poi non gli prende pure lì la garofobia...
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13057
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: the chippz problem

Messaggio da lucaliffo » ven 6 lug 2018, 15:18

L'Appiedato ha scritto:
ven 6 lug 2018, 15:14
Avrei preferito un titolo piú letterario, che ne so
"I dolori del giovane Chippz" :mrgreen:
non ci crederai ma ieri avevo pensato proprio a quel titolo :D
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
spiritolibero
Seniores
Seniores
Messaggi: 2276
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: the chippz problem

Messaggio da spiritolibero » ven 6 lug 2018, 15:24

lucaliffo ha scritto:
ven 6 lug 2018, 15:17
Zedemel ha scritto:
ven 6 lug 2018, 15:12
Ma programmare degli 800 di test al posto di certi lavori, sarebbe così deleterio/pericoloso/eccessivo?
Giusto per avere qualche indicazione in più su quanto possa incidere su di lui, la routine pre-gara, gli orari, la gente, il contesto.
si può fare, basta che poi non gli prende pure lì la garofobia...
:lol3:
1,73m x 59kg
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7671
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: the chippz problem

Messaggio da chippz » ven 6 lug 2018, 15:30

Grazie Luc del thread. Mi sono permesso di modificare i messaggi sopra riportati, inserendoli dentro l'apposito quote.

Ora do il mio parere riguardo i punti elencati:
1) Io una mancanza di resilienza la vedrei come una poca voglia di allenarsi o trovare problemi per non farlo. Io invece i problemi li trovo per fare di più! Vedi la mia email che prima ancora di fare sta gara ti scrissi che volevo passare ad 8 allenamenti a settimana ad ottobre.. quindi non mi pare manco di resilienza. Anche perché poi di fatto non ho saltato mai neanche un allenamento, a parte un lungo in inverno causa 6 ore di fuoco :D e a parte due allenamenti che li ho cambiati mentre li facevo (uno era un allenamento a rg1500 verso fine inverno che non stavo bene e l'altro il 3x600 di settimana scorsa).
Discorso diverso tenere i ritmi della tabella, seppur teoricamente fattibili. Ma non penso sia comunque mancanza di resilienza.

2) Qua, avendo vissuto brutte esperienze quali fare tutte le sere calf raise perché secondo un fisioterapista era l'unico rimedio e poi venne fuori lesione, nemmeno io sono così tanto favorevole a prendere rischi... però, come ho scritto in un altro thread ho notato che ORA se faccio degli esercizi per i piedi (tipo stretching dorso del piede o stretching caviglia oppure esercizi di "equilibrio" restando con un piede alla volta), per qualche motivo pare che il problema migliori.
Quindi ora voglio provarci, può essere che ora avendo vinto la lesione basti veramente solo un po di rinforzo generale del piede. Quindi vedrò i consigli dell'allenatore dal vivo.

3) Può essere, ma andrebbe ampliato a dismisura l'argomento e includere la domanda:"Perché?"
-Perché sento troppa pressione nel confronto con gli altri
-Perché sento troppa pressione pesando in grande e non nel piccolo (es:"anche se facessi 2':12" sarei comunque un pesce piccolo")
-Perché penso male degli altri, penso che magari tutti mi giudichino male perché ho abbandonato l'ex società per poi non riuscire a migliorare
Il primo punto è vero e più la gara è grande, più mi da fastidio la cosa. Però nella gara di due giorni fa c'erano solo 3 serie di 800m, quindi pochissima gente. Pure gli spalti non erano così pieni. E c'erano almeno tre persone solo a farmi il tifo, di cui una proprio della mia ex società (segno che sono cazzate quelle che penso degli altri su di me).

4) Più che questo motivo potrebbe essere una cosa "normale", chiamata "esperienza". In fondo quest'anno moltissime cose erano delle novità, quindi magari semplicemente ancora non le ho sfruttate appieno perché nuove (un esempio stupido è un esercizio di drill. Ci ho messo 2 mesi per imparare a farlo e dopo altri 2 anni ho capito che potevo farlo ancora più "veloce").
Però è vero che finora in gara ho sempre reso meno dell'allenamento.

Comunque io per ora rimango nell'ipotesi del piede, non a caso in questi giorni il tendine si sta gonfiando nonostante non senta fastidio. E' un chiaro segnale che ha qualcosa che non va. Niente di grave, a fine mese vado al mare quindi non farà in tempo a raggiungere situazioni critiche.
E, come ho scritto, ritengo che il ritmo gara non riesco a correrlo per tutta la distanza di gara continua. Da sempre ho sto problema, mi ricordo che uno degli ultimi pb sul 10 km l'avevo fatto in un variato addirittura di 13 km (400m forti, rec 200m a 4':20"). Invece nelle gare più brevi, tipo l'800m, passata la metà il tendine non riesce più a sopportare la pressione e non spinge a dovere. In allenamento non succede perché semplicemente non arrivo a fare tutta la distanza continua (ma come abbiamo visto già nelle ripetute a rg800 di 600 ho problemi..invece 2000m di ripetute sui 400 a rg800 riesco a farle "tranquillamente").
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

Avatar utente
spiritolibero
Seniores
Seniores
Messaggi: 2276
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: the chippz problem

Messaggio da spiritolibero » ven 6 lug 2018, 15:46

lucaliffo ha scritto:
ven 6 lug 2018, 14:50
Luc, parlando seriamente, è un bel rebus. Se ti può consolare non è una cosa che è accaduta solo a Chippz.

Come esempi ti posso portare un mio compagno di società che era da un paio di anni stallato tra i 2'08 e i 2'14 (e in alcune gare persino 2'18), nonostante gli allenamenti indicassero che potenzialmente valeva molto meno. Questa stagione finalmente l'esplosione 2'01 e 53'55 sui 400.
Rende sempre meno in gara rispetto a quanto fa negli allenamenti, ma almeno adesso si inizia a ragionare per un ragazzo di 18 anni. Bisogna trovare la chiave giusta e non è facile. A lui hanno giovato tanto i medi collinari (però non ha problemi di tendini) e ripetute 400-600-800 a tutto spiano.
Bisogna trovare la chiave giusta e non è facile.
1,73m x 59kg
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6472
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: the chippz problem

Messaggio da Zedemel » ven 6 lug 2018, 15:49

lucaliffo ha scritto:
ven 6 lug 2018, 15:17
Zedemel ha scritto:
ven 6 lug 2018, 15:12
Ma programmare degli 800 di test al posto di certi lavori, sarebbe così deleterio/pericoloso/eccessivo?
Giusto per avere qualche indicazione in più su quanto possa incidere su di lui, la routine pre-gara, gli orari, la gente, il contesto.
si può fare, basta che poi non gli prende pure lì la garofobia...
:-D
a quel punto è profezia autoavverante e ci dichiariamo tutti prigionieri politici di Chipzz :-)

Magari per lui è più importante fare cose altamente specifiche e sbatterci contro molte volte (anche Agassi diventò Agassi tirando migliaia di palline tutti i giorni). Se paradossalmente si potesse fare un 800 tutti i giorni lo voglio vedere se gli rimane la fobia :D ...al massimo gli viene il rigetto :D
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
spiritolibero
Seniores
Seniores
Messaggi: 2276
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: the chippz problem

Messaggio da spiritolibero » ven 6 lug 2018, 16:03

Zed sui test 800 sono d'accordo pure io. Luc in linea generale non è molto favorevole ai "test" pregara, però secondo me per le distanze brevi possono essere molto utili al fine di acquisire cognizione di sé.
1,73m x 59kg
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

Rispondi