Letteratura specifica/manualistica

Foto, video, libri e articoli di corsa
Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1457
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da L'Appiedato » mer 1 apr 2015, 12:42

Buongiorno.
Io ho rinunciato a fare l'allenatore di me stesso. Per fare bisogna sapere e per sapere studiare, tanto, ed io adesso non ho tempo per farlo.
Peró ció non toglie che per interesse personale vorrei leggere qualcosa sull'allenamento nella corsa, nn necessariamente sulla corsa di resistenza.
Sapreste consigliarmi qualcosa di valido e un attimo progredito in italiano? Non per intenderci il libro di Baldini.
Io ho trovato sul sito fidal dei manuali.
Secondo voi, vale la pena comprarli?
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Avatar utente
loris
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2765
Iscritto il: lun 9 feb 2015, 12:36

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da loris » mer 1 apr 2015, 14:05

La mia biblioteca "podistica" comprende:

Correre... secondo Orlando Pizzolato - Orlando Pizzolato
10-21-42km - Come preparare le gare su strada - Luciano Pappa & Gianluca De Luca
La preparazione del maratoneta di medio e alto livello - Enrico Arcelli & Renato Canova (lo sto leggendo ora)

Più i vari libretti di Baldini che hanno avuto il merito se non altro di farmi nascere questa passione.

Per il resto forse dovresti chiedere a Luc, è lui lo studioso.
PB:10km: 43'20" -21km: 1'40'45" -42km: 3h33'48" -50km: 4h44'13" -100km: 11h41'09"
next: 25/4 50km di Romagna - 28/5 100km del Passatore

http://www.lamiacorsa.it

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13095
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da lucaliffo » mer 1 apr 2015, 15:27

quali sono sti manuali del sito fidal?
personalmente ritengo insoddisfacente la letteratura di autori italiani... a parte forse qualche tesi di laurea IUSM specialistica (che io ho ma non è materiale divulgabile).
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
simone03031986
Seniores
Seniores
Messaggi: 2517
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 20:16

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da simone03031986 » mer 1 apr 2015, 20:54

Io sonocresciuto con "Correre", mio papà ne è abbonato da almeno 20 anni.
Lo trovo ottimo, c'è di tutto (tabelle d'allenamento, diete, argomenti tecnici, altre storie, classifiche, accessori ecc...) ed è perfetto per gli amatori come noi.
Poi era abbonato anche a "La Corsa", però la trovo troppo mirata verso gli elite. E' da un pò che non ne leggo una.

Poi ho comprato "Correre....secondo Orlando Pizzolato", diversi spunti tecnici, definizioni e qualche tabella

Poi ho "Il trail running" di Massa, assolutamente da avere se ti avvicini al genere

e "La mia Maratona" di Arcelli e Massini, con preziosi consigli sulla mitica distanza.

Ultimo acquisto "10-21-42km - Come preparare le gare su strada" di Pappa e De Luca. Sintetico ma con un concentrato di preziosi consigli e tabelle per tutte le categorie
188cmx72.5kg,nato86,Ambit2R
PB 1km=2'50''_3km=9'09''_1500=4'24''45_5km=16'27''_10km=36'29''_MM=1h20'20
Immagine

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1457
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da L'Appiedato » mer 1 apr 2015, 22:33

lucaliffo ha scritto:quali sono sti manuali del sito fidal?
personalmente ritengo insoddisfacente la letteratura di autori italiani... a parte forse qualche tesi di laurea IUSM specialistica (che io ho ma non è materiale divulgabile).
Guarda, io ho visto questi

http://ecommerce.fidalservizi.it/index. ... do34dh38k1
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7687
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da chippz » mer 1 apr 2015, 22:39

Io ho iniziato la mia "letteratura" con.. Albanesi! Il suo sito riportava tante nozioni per me interessanti, smentite presto dal mio vecchio allenatore.

Come primo libro cartaceo ho comprato "Andiamo a correre" di Fulvio Massini. Bel libro che parla un po di tutto, ma già al momento dell'acquisto non ho trovato utili le tabelle proposte. Ogni tanto lo riguardo ancora, tipo la parte dell'alimentazione (giusto per vedere quante proteine o calcio contengono i vari alimenti, mica per altro! :D ).

Poi sono passato a "Nati per correre" di Finn. Bel libro, ma è solo un racconto.

Poi dopo qualche anno ho iniziato a fare sul serio. Mi sono scaricato online un po di documentazione di qualche grande allenatore del passato e vedere come allenavano. Comunque troppo confusionario. In 100 pagine racchiudere quasi 100 anni di storia è un po difficile per studiare tutto per bene.

Da qualche mese compro Correre. Lo comprai per la prima volta a Gennaio perché attratto dall'allenamento di Rondelli. Dopo tre righe della prima pagina capii già di quanto sia una CIOFECA! Bello, interessante per chi inizia o chi guarda il mondo con il paraocchi, ma non mi ha mai convinto. Troppa voglia di fare pubblicità e pochissima realtà o teoria. Persino lo stesso Rondelli ha pubblicato tabelle che non stavano in piedi né in cielo, né in terra. La tabella che cercavo alla fine si è rivelata come una cosa pre-stampata, manco scritta da lui.
Poi su 200 pagine, 5 pagine parlano di fatti interessanti o qualcosa di tecnico mentre le restanti 195 sono di storie. Storie delle varie gare, interviste a qualche famoso o racconti delle avventure di qualcuno (come la signora allenata da JJ -No!! Non quella di criminal minds!!- che in tabella si ritrova a fare metà sedute settimanali di andature e lei stessa che ammette di avere problemi.. eppure fa successo!). Bella rivista da leggere dal parrucchiere, ma di tecnico ha ben poco per me. Beh, ogni tanto qualche roba interessante ci scappa pure, ma parliamo sempre di massimo 5 pagine su oltre 200.

Infine c'è il blog del Corsaro. Beh, non c'è molto da dire, se non che con quelle due cosette che scrive (nel senso che per ogni articolo avrebbe tesi intere da raccontare) spiega infinitamente meglio di tutte le riviste e libri di "questi altri" messi insieme! :D

A parte il blog del nostro Luc, tutte le altre cose dicono sempre la stessa cosa. Stesse tabelle, stesse cose scritte, stessi pensieri, ripetuti all'infinito. Il compratore compra tutto pagando tutti per avere la medesima informazione scritta da diverse persone. La Terra è quadrata, no la Terra ha quattro angoli, no la Terra è una figura a quattro lati. Nessuno che dice che invece la Terra è rotonda!

Oh, io parlo solo di questi autori (autori!) italiani. Magari ce ne sono altri che potrebbero interessarmi (all'estero sicuramente). Mi sarebbe piaciuto leggere qualcosa di Arcelli (ha fatto qualcosa con Canova???), ma pare che il suo livello non sia tanto diverso da questi altri appena citati (non il corsaro).

Mi piacerebbe un casino iniziare a studiare qualcosa di più tecnico, anche non italiano. Ho provato con il journal of applied physiology, ma non ci capisco 'na mazza! E poi parla un po di tutto (ma forse bisogna imparare veramente TUTTO?).
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13095
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da lucaliffo » mer 1 apr 2015, 22:58

1) i manuali istruttori/allenatori sono all'acqua di rose, infarinature generali e modi di approcciare coi bambini
2) quello sul mezzofondo veloce non l'ho letto ma non stimo gli autori, che spesso hanno dimostrato di dire assurdità e che attacco nel mio blog
3) quelli sulla velocità e "L'allenamento del giovane corridore dai 12 a 19 anni" sono di vittori, l'allenatore di mennea. roba vecchissima, piena di errori e di distorsioni ideologiche. ad esempio nell'ultimo, a p.92, scrive che negli 800 la quasi totalità dell'energia è prodotta per via anaerobica, mentre tutti gli studi dicono che per il 60-70% è per via aerobica.

io credo che se uno vuole studiare anzitutto deve avere dimestichezza minimo con l'inglese (meglio sarebbe anche con spagnolo, portoghese e francese) e puoi muoversi per siti specialistici esteri e studi scientifici in pdf.
siti specialistici italiani sono rarissimi, c'è qualcosa di buono per pesisti...
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

davideds
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 6
Iscritto il: mer 18 mar 2015, 21:09

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da davideds » sab 4 apr 2015, 15:14

Non ne capisco molto di Atletica ma sullla biblioteca del sito del Comitato Fidal della Toscana c'è del materiale su tutte le specialità, ovviamente ci vuole tempo per studiare...

Un esempio è questo studio http://www.2013.fidaltoscana.it/file/la ... ecnica.pdf , magari alcuni esperti del forum possono dare un gidizio , io ne capisco poco come già detto :)

Avatar utente
loris
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2765
Iscritto il: lun 9 feb 2015, 12:36

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da loris » sab 4 apr 2015, 15:19

parte con "errori tecnici: 1. Appoggio tallone (azione frenante)"

Luc cosa ne pensi?
PB:10km: 43'20" -21km: 1'40'45" -42km: 3h33'48" -50km: 4h44'13" -100km: 11h41'09"
next: 25/4 50km di Romagna - 28/5 100km del Passatore

http://www.lamiacorsa.it

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13095
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Letteratura specifica/manualistica

Messaggio da lucaliffo » sab 4 apr 2015, 16:38

intanto grazie a davideds per il documento, io colleziono ste cose che sono la base per studiare scientificamente l'atletica.
non condivido il tono assolutista di certe affermazioni (si citano poi solo autori provenienti dalla velocità: vittori, di mulo...).
non condivido certe sedute (tipo: prima fare forza e poi corse veloci, oppure i "circuiti modificati", ovvero corse veloci mischiate a forza, solo in italia fanno ste cose).
ma è indubbio che nel mezzofondo veloce pistarolo non è bene tallonare.
chiappinelli è un grosso talento, a 15 anni, 2012, faceva 2'30 sui 1000, già allora doveva valere 1'57 sugli 800.
ma allora perchè riesce a fare 1'57.04 solo nel 2014? nel 2013 fa 1'58.55...
magari l'hanno indirizzato su distanze maggiori: nei 1500 nel 2013 fa 3'57.27 e scende a 8'19 sui 3000. il 3000 è migliore del 1500.
nel 2014 peggiora sui 1500 e lo indirizzano verso le siepi, 8'43.18 ai mondiali di eugene. 6° in finale e 3° italiano junior all-time.
è ancora primo anno junior, vedremo se le rose fioriranno.
ho una sua tabella del 2013, molto scarna di km e con delle strane ripetute di corsa con la corda :confuso: :

-giovedì
arrivo in ritiro
-venerdì
40' corsa lenta, andature, ostacoli, allunghi, stretching,
-sabato
riscaldamento, corda, 5x1000 con variazioni 200 forte e 200 piano (2'50", 2'49", 2'51", 2'50", 2'49") recupero 4'
-domenica
riposo
-lunedì
45' corsa lenta, ostacoli, 5x100 corsa con la corda,
-martedì
riscaldamento, andature, corda, 2x (5x200 in 29", 1000 progressione 2'46") 15'defaticamento e stretching
-mercoledì
riposo
-giovedì
30', andature e tecnica, 4x100 con la corda
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Rispondi