E i libri?

Parliamo d'altro
mb70
Juniores
Juniores
Messaggi: 617
Iscritto il: gio 1 set 2016, 21:59

Re: E i libri?

Messaggio da mb70 » lun 13 ago 2018, 18:35

Finito L'isola del tesoro di Robert Louis Stevenson. Un classico dei classici. Stevenson dipinge la figura del cattivo ma affascinante. Tra qualche tempo leggerò altri due libri di Stevenson.

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1338
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » lun 13 ago 2018, 21:30

mb70 ha scritto:
lun 13 ago 2018, 18:35
Finito L'isola del tesoro di Robert Louis Stevenson. Un classico dei classici. Stevenson dipinge la figura del cattivo ma affascinante. Tra qualche tempo leggerò altri due libri di Stevenson.

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk
Lo regalai 2 anni fa a mio fratello che voleva un libro da leggere in spiaggia (credo che l'unico libro finito da mio fratello fosse stato "Manolito e l'imbecille", aveva 8 anni).
Ebbene, il libro lo finí e gli piacque parecchio.
Prima o poi lo leggerò pure io.
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12527
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: E i libri?

Messaggio da lucaliffo » lun 13 ago 2018, 23:01

lo lessi da bambino e non ricordo nulla... ma chissà che letture come queste non abbiano poi condizionato la mia vita reale e il mio pensiero "diversamente morale" :study:
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1338
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » dom 19 ago 2018, 14:31

a proposito di "diversamente morale"
Qualche giorno fa si parlava di Jack London e del suo "La crociera dello Snark".
Oggi, dopo averlo letto, consiglio un altro romanzo di mare di London, "Il lupo di mare"
https://www.youtube.com/watch?v=4Nqplq-7vGo&t=33s

Al di là della mia recensione, è un libro che consiglio fortemente. La trama è l'occasione per inscenare l'eterna lotta tra materialismo e idealismo.
Il Capitano Wolf Larsen (come spesso avviene per i capitani nei romanzi) è una figura veramente eccezionale, dire che sia un malvagio o uno psicopatico vorrebbe dire non aver capito nulla del romanzo. E' un uomo non immorale ma del tutto amorale, sempre dannatamente coerente con la sua filosofia, sostenitore della forma più estrema di materialismo, vera incarnazione dell' Oltreuomo nicciano. La sua mente, anche quando commette atrocità e delitti, è sempre lucida, fredda e produce pensieri terribilmente razionali.
Un materialista come il Sig. @lucaliffo non dovrebbe esimersi dal leggere questo libro :evil:
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

mb70
Juniores
Juniores
Messaggi: 617
Iscritto il: gio 1 set 2016, 21:59

Re: E i libri?

Messaggio da mb70 » dom 19 ago 2018, 18:35

Difficile ma mi vien voglia di leggere TUTTO Jack London. Insomma la controcultura di San Francisco sta facendo piazza pulita

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk


lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12527
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: E i libri?

Messaggio da lucaliffo » dom 19 ago 2018, 23:25

L'Appiedato ha scritto:
dom 19 ago 2018, 14:31
a proposito di "diversamente morale"
Qualche giorno fa si parlava di Jack London e del suo "La crociera dello Snark".
Oggi, dopo averlo letto, consiglio un altro romanzo di mare di London, "Il lupo di mare"
https://www.youtube.com/watch?v=4Nqplq-7vGo&t=33s

Al di là della mia recensione, è un libro che consiglio fortemente. La trama è l'occasione per inscenare l'eterna lotta tra materialismo e idealismo.
Il Capitano Wolf Larsen (come spesso avviene per i capitani nei romanzi) è una figura veramente eccezionale, dire che sia un malvagio o uno psicopatico vorrebbe dire non aver capito nulla del romanzo. E' un uomo non immorale ma del tutto amorale, sempre dannatamente coerente con la sua filosofia, sostenitore della forma più estrema di materialismo, vera incarnazione dell' Oltreuomo nicciano. La sua mente, anche quando commette atrocità e delitti, è sempre lucida, fredda e produce pensieri terribilmente razionali.
Un materialista come il Sig. @lucaliffo non dovrebbe esimersi dal leggere questo libro :evil:
bella recensione!
premesso che mi sono dichiarato "diversamente moralista" e non immoralista nè amoralista, premesso che concordo con la tua soluzione finale di compromesso fra le varie esigenze...
io intendo materialismo e idealismo in senso filosofico, che è differente da ciò che si intende comunemente o a volte opposto.
ad esempio per me la ricerca indefinita di potere/soldi è un idealistico disturbo mentale, il contrario del materialismo.
da wiki:

"L'idealismo in filosofia è una visione del mondo che riconduce totalmente l'essere al pensiero, negando esistenza autonoma alla realtà, ritenuta il riflesso di un'attività interna al soggetto."

questo l'idealismo estremo, ma comunque quello "medio" diciamo che antepone la MENTE al corpo-materia. la mente è molto debole, facilmente influenzabile nel breve termine da qualsiasi cosa, non ci si può fare affidamento. il corpo è il frutto di milioni di anni di evoluzione.
chiaramente nelle società umane non si può vivere senza mente-cultura, ma tutto sta a trovare un accettabile mix con il corpo-natura.
personaggi ribelli come federicuccio o sigismondo sono sorti perchè la mente-cultura aveva eccessivamente ruttu u cazzu :D e i tempi erano maturi per una spinta contraria (spinta magari non priva anch'essa di esagerazioni o errori).

quanto a federicuccio, ebbe 3 fasi molto diverse. quella giovanile-artistico-mitologica, quella matura-illuminista (quasi desinistra) e quella senile "nazistoide", la sola purtroppo passata alla storia. fase comunque distorta dal fraudolento inserimento nelle sue opere di scritti non suoi (ad opera della sorella e del cognato).
ma ebbe l'immenso merito di spiegare che occorreva recuperare un certo "egoismo" per fare la vita più leggera, piacevole, libera dalla camicia di forza insistente, esagerata, invadente, onnipresente del buonismo imposto. che poi è pure ipocrita perchè perchè se reprimi troppo una parte della natura umana, questa si ribella creando cattiverie al quadrato.
bisogna accettare UN PO' di male affinchè non prenda il sopravvento IL male.
quando qualche scemo pretende di eliminare tutto il male, il male finisce per aumentare. è matematico!

"quando la virtù dorme, si sveglia più fresca"
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

mb70
Juniores
Juniores
Messaggi: 617
Iscritto il: gio 1 set 2016, 21:59

Re: E i libri?

Messaggio da mb70 » lun 20 ago 2018, 8:52

Ascoltata la tua recensione. Complimenti per l'impegno! Messo in coda anche questo libro. Bella la interpretazione del viaggio sul mare non ci avevo mai pensato. Più in generale uno scrittore quando scrive si lascia lo spazio per la propria visione, non solo nei romanzi.
Concordo nel rifuggire da ogni forma di -ismo.

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1338
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » lun 20 ago 2018, 10:30

@lucaliffo : grazie, molto interessante la tua riflessione e condivido ampiamente il tuo pensiero.

@mb70 : grazie, anch'io mi sono proposto di leggere tutto London,
impegnativo ma non un lavoro titanico...è morto giovane, poraccio :mrgreen:
Poi, a proposito di Stevenson e London, prima delle ferie avevo in progetto di leggere 3 libri con lo stesso titolo di 3 autori diversi ma non li ho trovati.
I libri si intitolavo tutti e 3 "Racconti dei mari del Sud" rispettivamente di Somerset Maugham, Stevenson e London
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12527
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: E i libri?

Messaggio da lucaliffo » lun 20 ago 2018, 10:45

beh in tema "mari suddisti" c'è il bounty... lo amo particolarmente perchè lì il motore sessuale la fa da padrone :thumleft:

"Il clima incredibilmente mite, i paesaggi meravigliosi e illuminati da una luce nuova e assolutamente sconosciuta all’Inghilterra, l’ingenuità e la mancanza d’inibizioni da parte degli indigeni, la vita pacifica e calma, le donne semplici che chiamavano all’amore senza vergogna e volgarità, spinsero Fletcher e il suo seguito a compiere il misfatto."!
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

mb70
Juniores
Juniores
Messaggi: 617
Iscritto il: gio 1 set 2016, 21:59

Re: E i libri?

Messaggio da mb70 » lun 20 ago 2018, 10:50

Tra l'altro nella crociera dello Snark London descrive il viaggio sulla tomba di Stevenson.

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk


Rispondi