Il fatto del giorno!

Parliamo d'altro
Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 10012
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da Zedemel » dom 19 gen 2020, 19:28

lucaliffo ha scritto:
dom 19 gen 2020, 17:11
[
*** si sono inventati un "recadastramento biometrico" del titolo elettorale (depositare impronta digitale) a 2 mesi dalle elezioni. nei quartieri dei ricchi ci hanno messo un mare di sportelli per farlo, nei quartieri dei poveri e piu´densamente abitati, quasi nessuno. file chilometriche, gente che é stata in fila 4 giorni. molti hanno desistito e non hanno votato.
Qua siamo praticamente nell'illegale.
A mazza di dobermann
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 16829
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da lucaliffo » dom 19 gen 2020, 20:51

Zedemel ha scritto:
dom 19 gen 2020, 19:28
lucaliffo ha scritto:
dom 19 gen 2020, 17:11
[
*** si sono inventati un "recadastramento biometrico" del titolo elettorale (depositare impronta digitale) a 2 mesi dalle elezioni. nei quartieri dei ricchi ci hanno messo un mare di sportelli per farlo, nei quartieri dei poveri e piu´densamente abitati, quasi nessuno. file chilometriche, gente che é stata in fila 4 giorni. molti hanno desistito e non hanno votato.
Qua siamo praticamente nell'illegale.
e non dimentichiamo la fake-coltellata, solo quella lo fece passare dal 20 al 28% nei sondaggi in 24h.
e non dimentichiamo che qui non ci sono norme del genere (che limitano la "libertá"... dei media):
https://it.wikipedia.org/wiki/Par_condicio
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 16829
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da lucaliffo » lun 20 gen 2020, 12:46

lucaliffo ha scritto:
dom 19 gen 2020, 14:14
maxmagnus ha scritto:
dom 19 gen 2020, 12:20
lucaliffo ha scritto:
sab 18 gen 2020, 17:23


l´ho giá scritto, decide il FUCILE in ultima analisi
l'avrai pure già scritto, ma io continuo a non capire
tu hai scritto che alcune opinioni sono pericolose, perché portano alla dittatura
io ti chiedo come si fa a decidere quali siano quelle da sopprimere e come
tu mi dici che decide il fucile.

se decide il fucile, la dittatura c'é già
l´inghippo sta (ancora una volta, come nella dicotomia socialismo/liberismo) nell´estremizzare le definizioni, bianco o nero non considerando le infinite sfumature di grigio.
la realtá é che ogni sistema, quando decide arbitrariamente che qualcuno gli rompercazzo, interviene in modo repressivo.
ora, esistono infinite gradazioni di repressione (concetto quantitativo) e diverse direzioni di repressione (concetto qualitativo) e i giudizi su questi parametri non possono che essere arbitrari. dipendono dall´ETICA, che é una cosa arbitraria.
io non conosco sistemi totalmente liberi, d´opinione o di altro.
quindi é inutile che lo chiedi a me, potre dare solo risposte arbitrarie.
ad esempio io, ARBITRARIAMENTE, vieterei le opinioni favorevoli al nazifascismo e allo stalinismo, perché dalle opinioni poi esce fuori qualcuno che fa AZIONI... e chissá, magari riesce a prendere il potere e a massacrare la gente piú di ora.
storicamente SI SA dove certe idee vanno a parare prima o poi.
se avessi potuto, io in brasile ARBITRARIAMENTE avrei bloccato 30 anni fa la libertá di impiantare chiese evangeliche, perché sono intelligente e lo sapevo che erano la testa di ponte dell´impero yankee, e non si vive bene sfruttati dall´impero yankee.
ma sono mie idee, altri la pensano diversamente. sono problemi irrisolvibili in modo oggettivo e valido urbi et orbi.
dimenticavo, siccome sono democratico per la par condicio :) vieterei anche l´ultraliberismo ad alta gradazione in quanto ideologia che porta allo sterminio di massa.
cioé se dici:
- sanitá e istruzione devono essere privatizzate
- lo statuto dei lavoratori e i ccnl devono essere cancellati
- i dipendenti pubblici devono essere tutti licenziati
ti becchi:
- attentato alla costituzione
- associazione sovversiva
- insurrezione contro i poteri dello stato
- apologia di genocidio

del resto se cattivi maestri come franco freda o toni negri si beccarono decenni di galera, perché negare a questi qua il piacere di essere mantenuti dallo stato in pubblico albergo? :D

oppure, se loro insistono nell´antistatalismo e quindi non é il caso di mantenerli parassitariamente da galeotti, li facciamo fucilare ma da un´impresa privata che poi addebita i costi alle famiglie :lol:
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

maxmagnus
Juniores
Juniores
Messaggi: 504
Iscritto il: gio 29 dic 2016, 12:10

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da maxmagnus » lun 20 gen 2020, 15:52

lucaliffo ha scritto:
lun 20 gen 2020, 12:46
lucaliffo ha scritto:
dom 19 gen 2020, 14:14
maxmagnus ha scritto:
dom 19 gen 2020, 12:20


l'avrai pure già scritto, ma io continuo a non capire
tu hai scritto che alcune opinioni sono pericolose, perché portano alla dittatura
io ti chiedo come si fa a decidere quali siano quelle da sopprimere e come
tu mi dici che decide il fucile.

se decide il fucile, la dittatura c'é già
l´inghippo sta (ancora una volta, come nella dicotomia socialismo/liberismo) nell´estremizzare le definizioni, bianco o nero non considerando le infinite sfumature di grigio.
la realtá é che ogni sistema, quando decide arbitrariamente che qualcuno gli rompercazzo, interviene in modo repressivo.
ora, esistono infinite gradazioni di repressione (concetto quantitativo) e diverse direzioni di repressione (concetto qualitativo) e i giudizi su questi parametri non possono che essere arbitrari. dipendono dall´ETICA, che é una cosa arbitraria.
io non conosco sistemi totalmente liberi, d´opinione o di altro.
quindi é inutile che lo chiedi a me, potre dare solo risposte arbitrarie.
ad esempio io, ARBITRARIAMENTE, vieterei le opinioni favorevoli al nazifascismo e allo stalinismo, perché dalle opinioni poi esce fuori qualcuno che fa AZIONI... e chissá, magari riesce a prendere il potere e a massacrare la gente piú di ora.
storicamente SI SA dove certe idee vanno a parare prima o poi.
se avessi potuto, io in brasile ARBITRARIAMENTE avrei bloccato 30 anni fa la libertá di impiantare chiese evangeliche, perché sono intelligente e lo sapevo che erano la testa di ponte dell´impero yankee, e non si vive bene sfruttati dall´impero yankee.
ma sono mie idee, altri la pensano diversamente. sono problemi irrisolvibili in modo oggettivo e valido urbi et orbi.
dimenticavo, siccome sono democratico per la par condicio :) vieterei anche l´ultraliberismo ad alta gradazione in quanto ideologia che porta allo sterminio di massa.
cioé se dici:
- sanitá e istruzione devono essere privatizzate
- lo statuto dei lavoratori e i ccnl devono essere cancellati
- i dipendenti pubblici devono essere tutti licenziati
ti becchi:
- attentato alla costituzione
- associazione sovversiva
- insurrezione contro i poteri dello stato
- apologia di genocidio

del resto se cattivi maestri come franco freda o toni negri si beccarono decenni di galera, perché negare a questi qua il piacere di essere mantenuti dallo stato in pubblico albergo? :D

oppure, se loro insistono nell´antistatalismo e quindi non é il caso di mantenerli parassitariamente da galeotti, li facciamo fucilare ma da un´impresa privata che poi addebita i costi alle famiglie :lol:
Sono completamente d'accordo a metà (cit)
Non esiste solo l'etica che impedisce "al sistema" la deriva verso la repressione,  esiste la cultura sui cui si fonda quest'etica e che é si arbitraria - nel senso che non é scritta da Mosé- ma non discrezionale.
Un'etica che ha prodotto una teoria e una pratica d'organizzazione dello stato che limita questi rischi. La separazione dei poteri, la costituzione, l'obbligo di tenere le elezioni, centinaia d'anni di giurisprudenza, i mezzi d'nformazione (vabbé...), e negli stati uniti il diritto dei cittadini di portare le armi, per evitare che lo stato s'allarghi troppo. E' appunto l'indebolimento di questi bastioni (reati che vengono giudicati dal governo e non dai magistrati, decisioni dell'esecutivo e leggi contrarie alla costituzione... ) nonché un'idebolimento dell'etica di cui parli ( le derive del metoo, il believe all women, i processi sommari..) che portano al totalitarismo. E quest'etica, si fonda sulla libertà d'opinione, visto che é l'etica é in divenire, va continuamente discussa e rinegoziata. Infatti, é la prima cosa a scomparire quando spunta l'uomo nero (o rosso).

Io a penso cosi', ma non é che ti voglio convincere per forza, se mi dici che tu preferisci un socialismo puro e duro e che le libertà individuali non t'interessano/non ci credi/sono dannose per il popolo, va bene lo stesso   :joint:

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 16829
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da lucaliffo » lun 20 gen 2020, 20:19

non ho mai detto questo, mi sono dichiarato a metá strada nel continuum socialismo-liberismo.
voglio solo esporre il paradosso della libertá che fa vincere la non-libertá.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
GioPod
Seniores
Seniores
Messaggi: 2365
Iscritto il: lun 26 ott 2015, 10:24

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da GioPod » lun 20 gen 2020, 20:53

Mi viene in mente il paradosso dell'informazione di Stato, una lezione che voleva farci il docente di Filosofia del Diritto.
Era la metà degli anni 90, quando era in auge la recentemente concessa diretta televisiva alle TV private (Berlusconi) e quindi la possibilità di fare TG nazionali (ha bisogno della diretta, perché per fare una trasmissione registrata in studio non ti serve necessariamente il real time, ma un telegiornale in differita ha molto meno senso).
Lui sosteneva che la maggiore libertà di informazione, la maggiore indipendenza dell'informazione, poteva essere garantita solo dallo Stato. Mentre la TV privata era il demonio, l'espressione di interessi privati, quindi non controllati da nessuno.
Lui era di sinistra.
Tendenzialmente adesso pensiamo al contrario (io già allora) e ricordo con nostalgia la sfrontataggine con la quale risposi alla sua domanda, cioè se fosse più garantita la libertà con la TV di Stato o la TV privata, rispondendo appunto quello che avevo capito voleva sentirsi dire, nonostante la pensassi diversamente.


lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 16829
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da lucaliffo » lun 20 gen 2020, 22:55

giopod,
immaginati una nazione in cui le 4 tv nazionali sono tutte private, non esiste un´informazione di stato né controllori della par condicio, quindi informazione assolutamente libera. e con questi risultati:
- nessun appartenente a FI, FDI e lega appare mai in tv dal vivo in diretta in nessun programma
- nessun appartenente a FI, FDI e lega viene mai intervistato in differita
- nessun programma riporta indirettamente mai le opinioni di nessun appartenente a FI, FDI e lega su qualunque argomento
- le stesse denominazioni o sigle "FI, FDI e lega" non vengono mai nominate se non in relazione a processi
- l´opposta parte politica invece sta sempre in tv e se ne occultano pure le magagne
- il tutto moltiplicato per 7 anni
ti piacerebbe? la considereresti equa e democratica sta libertá dell´informazione?
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
GioPod
Seniores
Seniores
Messaggi: 2365
Iscritto il: lun 26 ott 2015, 10:24

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da GioPod » lun 20 gen 2020, 23:03

No certo.
Esiste anche il contrario. TV di stato che parla solo del partito

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 16829
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da lucaliffo » lun 20 gen 2020, 23:54

GioPod ha scritto:
lun 20 gen 2020, 23:03
No certo.
Esiste anche il contrario. TV di stato che parla solo del partito
´

non certo in italia.
ovvio che tutte le tv, di stato o private, compiono distorsioni e omissioni (ricordo benissimo quando ero bambino la posizione della rai sulle questioni geopolitiche), ma una tv di stato, e lo stato ha diverse forze politiche, ci deve essere come garanzia che tutte le opinioni possano arrivare ai cittadini.
e con controllo di par condicio e con finanziamento pubblico. altrimenti se solo i miliardari finanziano l´informazione, ai cittadini arrivano solo le ideologie dei miliardari.
ma questo implica forte limitazione della "libertá" (= del potere del piú forte/ricco) e tasse.
quindi il tuo prof qualche ragione l´aveva.
questo é un altro caso in cui sta "libertá" fa acqua da tutte le parti.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
GioPod
Seniores
Seniores
Messaggi: 2365
Iscritto il: lun 26 ott 2015, 10:24

Re: Il fatto del giorno!

Messaggio da GioPod » mar 21 gen 2020, 0:22

lucaliffo ha scritto:
GioPod ha scritto:
lun 20 gen 2020, 23:03
No certo.
Esiste anche il contrario. TV di stato che parla solo del partito
´

non certo in italia.
ovvio che tutte le tv, di stato o private, compiono distorsioni e omissioni (ricordo benissimo quando ero bambino la posizione della rai sulle questioni geopolitiche), ma una tv di stato, e lo stato ha diverse forze politiche, ci deve essere come garanzia che tutte le opinioni possano arrivare ai cittadini.
e con controllo di par condicio e con finanziamento pubblico. altrimenti se solo i miliardari finanziano l´informazione, ai cittadini arrivano solo le ideologie dei miliardari.
ma questo implica forte limitazione della "libertá" (= del potere del piú forte/ricco) e tasse.
quindi il tuo prof qualche ragione l´aveva.
questo é un altro caso in cui sta "libertá" fa acqua da tutte le parti.
Condivido.
In fondo è sempre una questione di equilibrio

Rispondi