Velocità o resistenza, quale viene prima

L'allenamento per tutte le altre distanze e la tecnica di corsa
Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5487
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da Zedemel » mar 5 gen 2016, 16:53

Lo so che può sembrare il classico viene prima l'uovo o la gallina, ma mi ha sempre incuriosito questa cosa e credo di aver già posto il quesito da altre parti.

Prendo anche spunto dal recente post in cui si commentava il percorso e i tempi della Hadley e aggiungo un tipo non da poco ma è quello che forse ha la gamma di tempi più ampia, Said Aouita:
Record
800 m 1'43"86 (1988)
1 000 m 2'15"16 (1988)
1 500 m 3'29"46 (1985)
Miglio 3'46"76 (1987)
2 000 m 4'50"81 (1987)
3 000 m 7'29"45 (1989)
3 000 indoor 7'39"71 (1989)
5 000 m 12'58"39 (1987)
5 000 indoor 13'22"56 Record nazionale (1989)
10 000 m 27'26"11 (1986)
e gli attribuirei io in modo prudente 400 m in 48"00 e 200 m in 23"

E la domanda è come posso pensare che una persona possa correre in 27'30" un diecimila se è ben lontano dal fare un 200m in 23 secondi? Poi è ovvio che non sia condizione sufficiente, ma che magari nel valutare gli atleti ci debba essere una determinata velocità e forza di base.
Con questo non si discute che poi occorra fare lavori e volumi di resistenza, però Hadley sembra fare il discorso "intanto creo la maratoneta poi ci pensiamo a renderla più veloce", quando magari si potrebbe rendere (nei limiti individuali) una persona veloce e in base a quella velocità vedere dove può arrivare e quanto può allungare.

Spazio ai vostri pareri e eventuali insulti :lingua: :lol4:
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6771
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da chippz » mar 5 gen 2016, 17:55

Io partirei dal presupposto che volumi, forza, velocità, resistenza debbano crescere tutte assieme. Se la ragazza decide di fare prima quasi solo resistenza trascurando la velocità ed inserirla dopo, per me sbaglia.

Quindi, partendo da questo presupposto di crescita globale lineare entrano in gioco le componenti genetiche del singolo. Quindi se è già veloce o resistente di suo.
Poi da questi punti di forza si può costruire un programma di conseguenza, prima si sviluppa il tutto in maniera generale poi nel caso si finalizza meglio un certo aspetto.
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

Avatar utente
simone03031986
Seniores
Seniores
Messaggi: 2517
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 20:16

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da simone03031986 » mar 5 gen 2016, 18:12

In ogni caso però, secondo me, bisognerebbe ottimizzarsi in pista, avere almeno PB decenti anche sulle distanze brevi. Se poi un atleta punta alla maratona magari parte dai 5000 piuttosto che dai 1500...
188cmx72.5kg,nato86,Ambit2R
PB 1km=2'50''_3km=9'09''_1500=4'24''45_5km=16'27''_10km=36'29''_MM=1h20'20
Immagine

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5487
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da Zedemel » mar 5 gen 2016, 18:41

chippz ha scritto:Io partirei dal presupposto che volumi, forza, velocità, resistenza debbano crescere tutte assieme. .
Su questo non ci piove, però lo dicevo per un discorso di individuare dei limiti magari su sè stessi o negli altri. Tipo se non ho la forza per fare 400 m in 1'12" è inutile che pensi di poter fare un 1500 in 4'30" (è un esempio a caso).
Leggevo ad esempio della storia di Farah che era stato notato da un insegnante mentre giocava a calcio coi compagni, io penso che avrà notato "cacchio come va forte quel ragazzino" perchè in un partitella li vedrai correre dei 20-30 metri alla volta. Certo poi da lì si spostandosi sull'atletica si saranno viste e sviluppate le altre doti che ha.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5487
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da Zedemel » mar 5 gen 2016, 18:45

simone03031986 ha scritto:In ogni caso però, secondo me, bisognerebbe ottimizzarsi in pista, avere almeno PB decenti anche sulle distanze brevi. Se poi un atleta punta alla maratona magari parte dai 5000 piuttosto che dai 1500...
in effetti ultimamente pare facciano così, uno che va forte su distanze brevi, se ha la testa e senza infortuni, rende anche sulle distanze lunghe (es. Farah, Bekele, Kipchoge).
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6771
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da chippz » mar 5 gen 2016, 18:49

Dipende però da che distanze si scelgono. Se punti ai 10 km, il PB sui 100m è quasi inutile.

Nel caso di distanze simili (come nel tuo esempio) per me non cambia rispetto quanto ho scritto sopra.
Prima ti fai una base generale di tutto: velocità, forza, resistenza, ecc.
Poi vedi come sei messo. Se vedi che sei carente di velocità, allora fai un periodo con enfasi sulla velocità. Altrimenti enfasi sulla resistenza.

Quindi se esempio vali 2':00" sugli 800, ma il tuo PB sui 400 è 59" allora puoi fare un periodo in cui cerchi la velocità. Se invece vali 50" sui 400 e 2':10" sugli 800, allora puoi fare un periodo di resistenza.
Sono cose da fare comunque quando la tua base di velocità, resistenza ecc è "solida".
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

maarco72
Promesse
Promesse
Messaggi: 1072
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 16:32

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da maarco72 » mar 5 gen 2016, 19:29

chippz ha scritto:Dipende però da che distanze si scelgono. Se punti ai 10 km, il PB sui 100m è quasi inutile.

Nel caso di distanze simili (come nel tuo esempio) per me non cambia rispetto quanto ho scritto sopra.
Prima ti fai una base generale di tutto: velocità, forza, resistenza, ecc.
Poi vedi come sei messo. Se vedi che sei carente di velocità, allora fai un periodo con enfasi sulla velocità. Altrimenti enfasi sulla resistenza.

Quindi se esempio vali 2':00" sugli 800, ma il tuo PB sui 400 è 59" allora puoi fare un periodo o in cui cerchi la velocità. Se invece vali 50" sui 400 e 2':10" sugli 800, allora puoi fare un periodo di resistenza.
Sono cose da fare comunque quando la tua base di velocità, resistenza ecc è "solida".
Gli esempi sono sbagliati..concetto ok...la velocità di un aouita sta nel correre vicino al suo max nel finale di una gara...la velocità per un fondista la crei con lavori diversi dal velocista(cosi credo..luc ci dirà meglio)ad uno che prepara un 5000..piu che il tempo di un 100 secco gli serve essere più veloce possibile gli ultimi 100m

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5487
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da Zedemel » mar 5 gen 2016, 20:31

maarco72 ha scritto: Gli esempi sono sbagliati..concetto ok...la velocità di un aouita sta nel correre vicino al suo max nel finale di una gara...la velocità per un fondista la crei con lavori diversi dal velocista(cosi credo..luc ci dirà meglio)ad uno che prepara un 5000..piu che il tempo di un 100 secco gli serve essere più veloce possibile gli ultimi 100m
ok, ma quel parziale lo devi comunque avere nelle gambe, e magari molti non ci riescono nemmeno a farlo da freschi.
poi ai vari livelli si vira verso la specialità più adatta alle singole caratteristiche, quello che voglio dire è che se prendo un Van Niekerk e gli faccio fare qualche mese di preparazione specifica, certo non farà i tempi di Farah, ma secondo me ti vince un 10 mila a livello provinciale o regionale, cioè davanti al 99% della popolazione runneristica.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3252
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da Ericradis » mar 5 gen 2016, 22:44

Non ho mai sentito di ottimi velocisti che si trasformano in ottimi mezzofondisti e viceversa. C'è qualche esempio nella storia dell'atletica?

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11686
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Velocità o resistenza, quale viene prima

Messaggio da lucaliffo » mer 6 gen 2016, 8:26

questione di quelle di cui si dibatterà ancora nell'anno 3245...

"come posso pensare che una persona possa correre in 27'30" un diecimila se è ben lontano dal fare un 200m in 23 secondi? "
la realtà è che quasi nessuno dei 10000isti da 27.30 riesce a fare un 200 in 23...
c'è un siepista afro-svedese da 8'05 che non riesce a fare un 100 sotto 14...

"la velocità per un fondista la crei con lavori diversi dal velocista"
dipende...

"se prendo un Van Niekerk e gli faccio fare qualche mese di preparazione specifica, certo non farà i tempi di Farah, ma secondo me ti vince un 10 mila a livello provinciale o regionale"
non esageriamo...
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Rispondi