Tecnica di allenamento con precondizionamento ischemico

L'allenamento per tutte le altre distanze e la tecnica di corsa
Avatar utente
SimoneChesi
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 39
Iscritto il: mar 24 apr 2018, 16:35

Re: Tecnica di allenamento con precondizionamento ischemico

Messaggio da SimoneChesi » ven 11 mag 2018, 8:29

No, i lacci sulle cosce sono un metodo un pò troppo spartano perché non si riesce a controllare la pressione esercitata e sopratutto la pressione e viene distribuita su una superficie ridotta. Negli studi veniva usato uno strumento simile al manometro per misurare la pressione. Credo si possa fare con lo sfigmomanometro, il bracciale dovrebbe essere abbastanza grande anche per la coscia. Proverò. Negli studi veniva applicata una pressione di 220 mmHg per 5' e ripetuto 4 serie.

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3319
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Tecnica di allenamento con precondizionamento ischemico

Messaggio da Ericradis » ven 11 mag 2018, 12:32

Però, fermare la circolazione delle gambe per 5’ ripetutamente potrebbe aumentare il rischio di flebiti e anche trombosi venose profonde, specialmente in soggetti a rischio. Io personalmente non la farei.

lore75
Promesse
Promesse
Messaggi: 1368
Iscritto il: mar 17 feb 2015, 10:45

Re: Tecnica di allenamento con precondizionamento ischemico

Messaggio da lore75 » ven 11 mag 2018, 14:11

in totale e assoluta sincerita' mi pare una cagata pazzesca
PB 1500 - Dubai 2017 5.19
PB 3000 - Dubai 2017 11.29
PB 5000 - Dubai 2018 20.01
PB 10000 - Dubai 2018 40.48
PB Mezza - RAK 2016 1.32.24

Avatar utente
SimoneChesi
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 39
Iscritto il: mar 24 apr 2018, 16:35

Re: Tecnica di allenamento con precondizionamento ischemico

Messaggio da SimoneChesi » ven 11 mag 2018, 15:13

Assolutamente da evitare in soggetti con problematiche vascolari. La circolazione viene solamente rallentata non ostruita del tutto. Si presuppone comunque che in soggetti che praticano sport non si abbiano particolari problematiche.

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3319
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Tecnica di allenamento con precondizionamento ischemico

Messaggio da Ericradis » ven 11 mag 2018, 19:49

SimoneChesi ha scritto:
ven 11 mag 2018, 15:13
Assolutamente da evitare in soggetti con problematiche vascolari. La circolazione viene solamente rallentata non ostruita del tutto. Si presuppone comunque che in soggetti che praticano sport non si abbiano particolari problematiche.
Considerando che la sistolica al braccio è intorno ai 120mmhg e alla arteria femorale un po’ più bassa, applicare una pressione di 220mmhg praticamente ferma la circolazione arteriosa e ancor più quella venosa.
Oltre a chi ha problematiche vascolari la sconsiglierei a chi ha un maggior rischio tromboembolico. Tipo anche una atleta giovane che prende la pillola estroprogestinica.

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3319
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Tecnica di allenamento con precondizionamento ischemico

Messaggio da Ericradis » ven 11 mag 2018, 22:44

Ericradis ha scritto:
ven 11 mag 2018, 19:49
SimoneChesi ha scritto:
ven 11 mag 2018, 15:13
Assolutamente da evitare in soggetti con problematiche vascolari. La circolazione viene solamente rallentata non ostruita del tutto. Si presuppone comunque che in soggetti che praticano sport non si abbiano particolari problematiche.
Considerando che la sistolica al braccio è intorno ai 120mmhg e alla arteria femorale un po’ più bassa, applicare una pressione di 220mmhg praticamente ferma la circolazione arteriosa e ancor più quella venosa.
Oltre a chi ha problematiche vascolari la sconsiglierei a chi ha un maggior rischio tromboembolico. Tipo anche una atleta giovane che prende la pillola estroprogestinica.
E dimenticavo la sconsiglierei anche a chi ha una trombofilia.
E in questo forum sono in tanti ad averla :hihihi:

Rispondi