La capacità di recupero

L'allenamento per tutte le altre distanze e la tecnica di corsa
Avatar utente
salvassa
Seniores
Seniores
Messaggi: 2625
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

La capacità di recupero

Messaggio da salvassa » lun 20 mag 2019, 12:29

Innata? allenabile? 50-50? 80-20?

Esempi, un mio compagno di squadra decente (35.18 sui 10k, 1h18.20 mezza) quarantenne, arrivato a quei risultati passo passo senza aver un particolare talento se non quello di aver sempre fatto sport (per capirci non è come l'altro compagno di squadra che ha fatto 1h15 in mezza con meno di 200km mese), settimana tipo:

- CL
- Ripetute/lavoro
- medio cardiocentrico (ma in realtà come differenziale di tempi è una CLS)
- Parkrun da me (che può essere più o meno tirata a seconda di chi c'è, visto che non gli dispiace arrivare primo)
- gara/lungo/progressivo (2 volte su 3 è gara :joint: :joint: :joint: )

Già questa io non la recupererei, ma va beh...

due settimane fa ha fatto:
- parkrun mattina a 5"/km dal suo primato
- 6h dopo miglio di roma dove se non avesse centrato in pieno un'attraversatrice folle faceva pb con 5.01-02 probabilmente
- domenica mattina gara di 10km terzo assoluto (forse da non stanco poteva fare secondo, ma per dire che non è che abbia perso molto).

Altri esempi spuffy fa gara da pb o quasi 5k-10k-5k in 3 settimane, con lavori in mezzo e li recupera in 2/3 giorni

Di contro ci sono io che dopo il miglio di Roma la mattina dopo ho fatto un lungo a +10" rispetto al solito perché non je la facevo...

Sono pippa io anche in questo aspetto, sono forti loro in quest'aspetto, è la fatica cumulata con la palestra che rende lenti i miei recuperi o altro?

E soprattutto è una caratteristica allenabile e se sì, come?
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 40'19" (Miguel 20/01/2019) 21k 1h30'27" (Roma Ostia 10/03/2019) 42k 3h32. 57 (Roma 2019)
Squat 145 Panca 100 Stacco 185

Ericradis
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 4032
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: La capacità di recupero

Messaggio da Ericradis » lun 20 mag 2019, 12:44

È una caratteristica individuale, allenabile e che si perde molto con il passare degli anni... :cry4:

Avatar utente
L'Appiedato
Seniores
Seniores
Messaggi: 2101
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: La capacità di recupero

Messaggio da L'Appiedato » lun 20 mag 2019, 12:49

Sicuramente in parte è innata. Basta vedere i migliori ciclisti al mondo, tutti grandi atleti ma non tutti adatti alle grandi corse a tappe e questo sia per un discorso di propensione per certi terreni (salita) ma soprattutto per la capacità di recupero e mantenimento di una alta performance ogni giorno.
D'altra parte è sicuramente anche allenabile. Io ad es. da quando ho aumentato leggermente il chilometraggio settimanale ho avvertito chiaramente un miglioramento nel recupero
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

spuffy
Seniores
Seniores
Messaggi: 2572
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 14:29

Re: La capacità di recupero

Messaggio da spuffy » lun 20 mag 2019, 12:57

Io vedo che un questi ultimi due anni ho migliorato il recupero, sicuro l'aumento di km ha influito
I lavori sebbene più tosti sono diventati lunghi ma meno impattanti.

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

1500-4:13:33 2:50 min/km
3000-8:42 2:54 min/km
5000 14:55 2:59 min/km
10000 30:26 3:02 min/km
Mezza 1:07:37 3:13 km

Avatar utente
spiritolibero
Seniores
Seniores
Messaggi: 3133
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: La capacità di recupero

Messaggio da spiritolibero » lun 20 mag 2019, 12:57

@salvassa
Ma quindi la distanza breve del miglio ti è rimasta nelle gambe? Probabilmente perché non sei abituato a quel tipo di sforzo, nel quale hai spinto i giri del motore al massimo, e anche la carrozzeria è super stressata. La palestra pesante in più ti induce stanchezza.
A me le gare brevi velocizzano la corsa lenta. Ieri lungo di 1h10 uscito a 4'52. E mi sono pure trattenuto. A marzo ero sui 5'05.
Ultima modifica di spiritolibero il lun 20 mag 2019, 12:59, modificato 1 volta in totale.
1,73m x 57kg
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 15206
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: La capacità di recupero

Messaggio da lucaliffo » lun 20 mag 2019, 12:58

1) in teoria e in media, chi si allena di piú e piú spesso recupera meglio. ma ci sono evidenti differenze individuali... bisognerebbe vedere la storia di ognuno e le sue caratteristiche
2) lo scarso recupero a volte é palese e a volte nascosto, della serie che magari uno crede di essere un ottimo recuperiere ma poi se lo fai recuperare di piú migliora le prestazioni
3) l´unica per migliorare sta caratteristica potrebbe essere abituarsi perogressivamente, e iniziare in buffer, ad allenarsi piú spesso o fare lavori piú spesso, ma:
4) ne vale la pena? funzionerá? é meglio forzare caratteristiche non nostre o spingere al meglio caratteristiche nostre? in fondo lo scopo é MIGLIORARE la prestazione. attenzione a non cadere nella "recuperetica leggera" :D

ad esempio appiedato prima si allenava quasi tutti i giorni intenso ed era giá bravino, 1h16 in mezza... magari qualcuno pensava che era un ottimo recuperiere... ora si allena meno intenso, recupera di piú, si spacca meno e fa 1h13.

ho grossi problemi di recupero con quello che sabato fece 5´21 nel 1500. minkia dopo ogni seduta di ripetute non gli bastano 5gg.
si allena pochissimo (3.5 volte a settimana), sedute molto brevi (max 16km di lungo e 10 di medio anche se prepara i 10k), viene dal ciclismo e duathlon.
se corre di piú si infortuna immediatamente.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
salvassa
Seniores
Seniores
Messaggi: 2625
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: La capacità di recupero

Messaggio da salvassa » lun 20 mag 2019, 13:01

spiritolibero ha scritto:
lun 20 mag 2019, 12:57
Ma quindi la distanza breve del miglio ti è rimasta nelle gambe?
a me rimane nelle gambe tutto tranne le CL di 10km o meno :joint: :joint: :joint:

In questo caso è una stanchezza venuta sulla distanze, fosse stata una CL da 10km sarebbe stata come sempre se non più veloce. I secondi 10 invece lenterrimi.

fatti 12h dopo il miglio + o -
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 40'19" (Miguel 20/01/2019) 21k 1h30'27" (Roma Ostia 10/03/2019) 42k 3h32. 57 (Roma 2019)
Squat 145 Panca 100 Stacco 185

Avatar utente
salvassa
Seniores
Seniores
Messaggi: 2625
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: La capacità di recupero

Messaggio da salvassa » lun 20 mag 2019, 13:03

lucaliffo ha scritto:
lun 20 mag 2019, 12:58
ad esempio appiedato prima si allenava quasi tutti i giorni intenso ed era giá bravino, 1h16 in mezza... magari qualcuno pensava che era un ottimo recuperiere... ora si allena meno intenso, recupera di piú, si spacca meno e fa 1h13.
anch'io sono sicuro che il mio amico di cui sopra si allenasse meno intenso e facesse meno cazzate tipo quelle del weekend scorso sarebbe ancora più veloce...

Però io proprio non ci riuscirei. Cioè se avessi fatto la parkrun a 5"/km dal mio pb al miglio andavo per fare compere in via del corso, altro che farci un pb ahahahahaha
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 40'19" (Miguel 20/01/2019) 21k 1h30'27" (Roma Ostia 10/03/2019) 42k 3h32. 57 (Roma 2019)
Squat 145 Panca 100 Stacco 185

chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 9901
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: La capacità di recupero

Messaggio da chippz » lun 20 mag 2019, 13:39

Per me è migliorabile e dipende dal workload inteso sia come volumi sia come quantità di lavori settimanali.
Nel mio periodo paciugo potevo fare anche più di 100 giorni di fila senza MAI un giorno di riposo inserendo bigiornalieri, 3/4 lavori a settimana e i "lenti" a 4':30".
Idem nell'ultimo periodo pre abbandono, con l'aumentare dei km ho migliorato la velocità di recupero, roba che riuscivo a smaltire qualsiasi lavoro in 24h.

Pure ora bene o male recupero in fretta, penso grazie appunto al fare così tanti lavori ravvicinati. :D


Se ne vale la pena migliorare la capacità di recupero non lo so, ma più è elevata più ci si può allenare e i benefici della polarizzazione diventano ancora più efficaci, per me.
https://wattstrength.blogspot.com/
1h26' / 37':40" / 17':39" / 10':22" / 5':06" / 4':44" / 3':00" / 2':16" / 1':00"
Watt: ftp 251 / 20' 265 / 10' 282 / 5' 329 / 3' 340 / 2' 360 / 1' 466 / 30" 521 / max 738

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 8641
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: La capacità di recupero

Messaggio da Zedemel » lun 20 mag 2019, 13:43

L'Appiedato ha scritto:
lun 20 mag 2019, 12:49
Basta vedere i migliori ciclisti al mondo, tutti grandi atleti ma non tutti adatti alle grandi corse a tappe e questo sia per un discorso di propensione per certi terreni (salita) ma soprattutto per la capacità di recupero e mantenimento di una alta performance ogni giorno.
e pure lì secondo me è cambiata molto negli ultimi anni, rispetto all'epoca dell'epo a volontà, dove ogni giorno sembrava il primo giorno.
A mazza di dobermann
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Rispondi