Contano le gare o gli atleti?

Tutte le gare che variano dalle distanze "classiche"
maarco72
Promesse
Promesse
Messaggi: 1040
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 16:32

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da maarco72 » lun 23 feb 2015, 17:41

chippz ha scritto:Anche quelli della mia società sono pagati dalla società. Il risultato è che questi allenano tutti "alla stessa maniera" e il risultato l'ho scritto ad inizio thread.
anche nella mia società,,,quella ci spuffy..mono allenamento...

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11192
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re:

Messaggio da lucaliffo » lun 23 feb 2015, 22:26

spuffy ha scritto:Gli allenatori li dovrebbero pagare le società come fanno con Giorgio al CUS!già noi ci facciamo il culo!io non ho un becco di un quattrino non mi sembra giusto che io paghi l'allenatore!;)
in america A VOLTE gli allenatori sono anche pagati dalle società, che fanno capo o a uno sponsor (tipo l'oregon project) oppure a un college... questo ANCHE per aiutare gli atleti-studenti che "non hanno il becco di un quattrino".
tutto si può fare.
ma nel momento in cui un atleta ha un reddito, non mi venire a dire che "non è giusto".
poi lasciamo perdere va... che in italia siete tutti "poveri"... pure gente da 5000 al mese si dice povera. ma io vi inviterei a farvi un giretto dove vivo io, io da quando conosco il brasile perso che il più povero in italia è aristocratico... cavolo nel primo mondo si sprecano un mare di soldi in cazzate poi ci si dice "poveri".
esempio stupido: la colazione al bar. spendi 4 euri quando a casa ti costerebbe 50cent... sono 100 euri al mese sprecati solo per questo ;)
beh, io la colazione me la faccio sempre a casa.
in italia avete i lampadari... qua non esistono. spendete cifre assurde tipo in infissi, rubinetti... io ho rubinetti di plastica da 5 euro.
quante volte vai a mangiare fuori in un anno? io 5.
attenzione, non mi sto lamentando, sto na favola così... sto solo contestando il tuo "non è giusto"... diciamo invece che il "sistema" ti dà la possibilità di avere un allenatore gratis e tu giustamente approfitti.
però spesso, come sottolineato da chippz, sto sistema è inefficiente, perchè le società (in italia) col cacchio che passano agli allenatori regolare stipendio.
proprio giorgio scrisse sul suo sito che in italia nessun allenatore becca più di 800 al mese (il 90% becca 200-400) e pure lui pe campà deve fare altre cose (tv, articoli su giornali e riviste, qualche master a pagamento, ecc.).
la maggior parte degli allenatori deve fare un altro lavoro che non c'entra nulla con l'atletica e non ha il tempo per studiare e per allenare la gente bene e in modo personalizzato.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11192
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da lucaliffo » lun 23 feb 2015, 22:57

io non sono filoamericano, detesto la loro politica estera guerrafondaia... ma su certe cose tanto di cappello!
per esempio, hanno un sacco di atleti elite che NON corrono per nessuna società... fantastico!
io ho sempre odiato le società... e non solo in atletica :coolgun:
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5138
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da Zedemel » dom 6 dic 2015, 20:12

lucaliffo ha scritto:napolirun,
in america A MAGGIOR RAGIONE gli amatori pagano il proprio allenatore... fra gli elite ce n'è qualcuno che non lo paga perchè è lo sponsor che paga, sponsor che ovviamente gli amatori non hanno.
una chicca: gli elite fanno un vero contratto con l'allenatore in cui spesso c'è una clausola che dice che se non fanno quello che dice l'allenatore e si fanno male PAGANO UNA PENALE all'allenatore ;)

in italia invece gli elite non pagano, anzi si sentono dei semidei ai quali l'allenatore deve qualcosa. è un fenomeno naturale: gli allenatori fanno carriera (e aumentano gli introiti) se hanno atleti forti, quindi vediamo allenatori disposti a farsi schiavi degli atleti pur di averli con sè.
qualche anno fa mi fu chiesta collaborazione dall'allenatore di un 800ista da 1'47 (tra i primi 5 in italia). gli dissi "ok, ma il ragazzo deve sganciare" (era pure di famiglia benestante)... lui glielo disse e la risposta fu "ahahah! ma andate a fa...lo! ma sapete quanti ne trovo di allenatori che sbavano per allenarmi gratis?"
risultato: l'anno dopo 1'49, quello dopo 1'51, quello dopo 1'54, quello dopo ritirato, ahah!
p.s. non solo il tizio non pagava, ma l'allenatore lo accompagnava in macchina a proprie spese in tutta italia per le gare, mai una volta l'atleta si degnò di dire "vabbè la benza la pago io"...

se leggete libri di allenatori americani, spesso c'è un capitolo dedicato agli aspetti economici. non vedo perchè debbano risultare antipatici sti discorsi. del resto proprio sta struttura economica dell'atletica italiana d'elite è uno dei motivi principali della scarsa efficienza tecnica.
quanto allo sforzo di cacciare 40-50-60 euri... ognuno sa le cose sue. però se permettete qualche esempio:
- atleta sposato, tra lui e la moglie portano a casa 4000 al mese... mi fa storie per 10 euri...
- atleta single, reddito 1500, spende 400 al mese in media per andare a gareggiare (viaggio, ristoranti, alberghi), a volte fuori regione, ogni tanto all'estero... mi fa storie per 10 euri...
- atleta che ogni weekend spende 120 euri solo di ristorante con la famiglia... mi fa storie di 10 euri...
ecco, questi personaggi oggi io (che al ristorante ci vado 5 volte l'anno) li mando a quel paese.

in realtà a molti rode il deretano pagare l'allenatore. non si capisce il perchè l'allenatore di atletica debba essere in italia l'unico lavoro schiavista... mah!
mi scrive gente che vuole essere allenata è che rimane SCONVOLTA E OFFESA quando scopre che non è gratis... sono cattivo, sfruttatore, criminale! :D
un allenatore di una mezzamaratoneta tra le prime 10 in italia mi chiese collaborazione, ci incontrammo pure di persona... le sue condizioni:
1) dovevo farlo gratis
2) dovevamo tenere segreta la cosa (così del "ritorno" dei risultati della tizia ne beneficiava solo lui...)
ma che c'ho scritto jocondor????
paese di pazzi...
risultato: dopo 1 anno e mezzo la tizia abbandonò l'atletica, AHAHAH! :ola:
Poi succede che ti trovi ad allenare uno che sfonda e tutti ti offrono un sacco di soldi per scoprire le formule segrete :lol5:

Da tapascione di serie z ti dico che è giusto cheuna consulenza vada pagata e in maniera diversa alla qualità quantità(numero di volte, a distanza, dal vivo etc) :thumleft:
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11192
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da lucaliffo » dom 6 dic 2015, 21:40

succede pure che dei QUACQUARACQUA' becchino bei soldi per fare 10 conferenze l'anno in giro per l'italia (2000 euri a conferenza + viaggi, hotel e pasti pagati), soldi pubblici che vengono dalle nostre tasse.
e nonostante i loro metodi spacchino gli atleti... :angry3:
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Paolo
Juniores
Juniores
Messaggi: 818
Iscritto il: ven 15 gen 2016, 9:29

Re:

Messaggio da Paolo » lun 1 feb 2016, 12:13

spuffy ha scritto:Gli allenatori li dovrebbero pagare le società come fanno con Giorgio al CUS!già noi ci facciamo il culo!io non ho un becco di un quattrino non mi sembra giusto che io paghi l'allenatore!;)
Sono pienamente d'accordo con te!!! L'atleta è uno che suda e che fa fatica, perciò non deve pagare nessuno!!!!
Io quando ho gareggiato nel settore assoluto, oltre 20 anni fa per 2 anni, mi fu imposto l'allenatore della società, il quale era anche presidente della società, un cane, uno schiavista, gli allenamenti erano delle gare, si è pure arricchiito con le nostre fatiche, ci mancherebbe anche che lo dovessimo pagare...
Tra le altre cose io ho sempre preferito allenarmi da solo e fare le mie cose da solo, conseguentemente mi sono sentito pure violentato quando ero costretto ad allenarmi, contro la mia volontà, in un certo modo... ci mancava anche che dovessi sborsare di tasca mia per essere seviziato con quegli allenamenti massacranti fatti, tra le altre cose, contro le mie volontà...
Il discorso cambia completamente se uno non ce la fa ad allenarsi da solo e cerca il personal trainer, ma questo è un altro discorso e riguarda più che altro gli amatori, i quali, quasi sempre stanno in una società senza allenatore.
Io ad esempio mi offrirei di fare l'allenatore online per basse cifre, ma io non impongo a nessuno i miei allenamenti e, sicuramente, si rivolgerebbe a me solo chi sta in una società senza allenatore
http://paoloisola1.blogspot.it/
P.B. 800: 2'19" 1500: 4'34" 3000: 10'03" 5000: 17'39" 10000: 38'05" 21 km.: 1h32'00"
P.B. MASTER 800: 2'30" 1500: 4'57" 3000: 10'56" 5000: 19'18" 10000: 41'15"

Rispondi