Contano le gare o gli atleti?

Tutte le gare che variano dalle distanze "classiche"
maarco72
Promesse
Promesse
Messaggi: 1134
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 16:32

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da maarco72 » lun 23 feb 2015, 9:19

NapoliRun ha scritto:Per quello che ne so io i prezzi +/- quelli sono...
Ex atleti anche di livello internazionale che fanno il trainer anche a distanza so che prendono dai 400 ai 500 euro l'anno, +/- ci troviamo sui 50 al mese...
Però poi credo che facciano la differenza anche il modo di porsi, il come comunichi, la disponibilità...
Ripeto, secondo me più si è tapasci e più è un sacrificio potersi permettere un coach dedicato...
concordo che sia un sacrifico..essendo io allenatore di me stesso...risparmio :egyptian:

Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7317
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da chippz » lun 23 feb 2015, 10:19

Fuori dall'italia prevale l'idea che l'atleta deve pagare l'allenatore. Sia che l'atleta sia un tapascione da 60' o un top runner.
In questi casi l'atleta viene sempre al primo posto. L'allenatore segue gli atleti per avere un tornaconto personale: quindi l'importante non è ottenere un risultato in una gara bella, ma l'importante è durare nei mesi invogliando sempre l'atleta a continuare (ad allenarsi, quindi a pagare).
E ve lo dico perché anche io ho fatto l'allenatore per persone al di fuori dell'italia. E avevo anche gente che non aveva mai corso più di cinque minuti.
Qui in italia se corri da poco ti affidi "gratuitamente" ad Albanesi.. :coolgun:

Beh, quindi se le due facce della medaglia sono:
1) società o allenatore che punta tutto sull'atleta e non sulla gara, per un proprio tornaconto personale.
2) società che punta solo ai risultati ottenuti alle gare "prestigiose".
Io direi che è meglio il tipo 1). Quindi, ancora una volta, il modello NON italiano è migliore del nostro..
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

Avatar utente
loris
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2657
Iscritto il: lun 9 feb 2015, 12:36

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da loris » lun 23 feb 2015, 10:58

L'atleta dovrebbe essere sempre al centro, non importa se tapascione o elite.
Un'allenatore che porta un tapascione da 60' sui 10k a 40' si farà comunque una buona pubblicità che gli porterà altri clienti,poi logicamente se trovi l'atleta che ti consente di farti conoscere anche ad alti livelli non è male...

Degli allenatori "famosi" conosco i prezzi di uno perché un paio di anni fa chiesi informazioni però se devo fare il sacrificio di pagare mensilmente una persona non ho molto piacere se questa mi mette dei limiti di contatto, tanti offrono contatti mail limitati, altri addirittura non ti modificano neanche le tabelle in caso di imprevisto ...
PB:10km: 43'20" -21km: 1'40'45" -42km: 3h33'48" -50km: 4h44'13" -100km: 11h41'09"
next: 25/4 50km di Romagna - 28/5 100km del Passatore

http://www.lamiacorsa.it

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12523
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da lucaliffo » lun 23 feb 2015, 11:13

napolirun,
in america A MAGGIOR RAGIONE gli amatori pagano il proprio allenatore... fra gli elite ce n'è qualcuno che non lo paga perchè è lo sponsor che paga, sponsor che ovviamente gli amatori non hanno.
una chicca: gli elite fanno un vero contratto con l'allenatore in cui spesso c'è una clausola che dice che se non fanno quello che dice l'allenatore e si fanno male PAGANO UNA PENALE all'allenatore ;)

in italia invece gli elite non pagano, anzi si sentono dei semidei ai quali l'allenatore deve qualcosa. è un fenomeno naturale: gli allenatori fanno carriera (e aumentano gli introiti) se hanno atleti forti, quindi vediamo allenatori disposti a farsi schiavi degli atleti pur di averli con sè.
qualche anno fa mi fu chiesta collaborazione dall'allenatore di un 800ista da 1'47 (tra i primi 5 in italia). gli dissi "ok, ma il ragazzo deve sganciare" (era pure di famiglia benestante)... lui glielo disse e la risposta fu "ahahah! ma andate a fa...lo! ma sapete quanti ne trovo di allenatori che sbavano per allenarmi gratis?"
risultato: l'anno dopo 1'49, quello dopo 1'51, quello dopo 1'54, quello dopo ritirato, ahah!
p.s. non solo il tizio non pagava, ma l'allenatore lo accompagnava in macchina a proprie spese in tutta italia per le gare, mai una volta l'atleta si degnò di dire "vabbè la benza la pago io"...

se leggete libri di allenatori americani, spesso c'è un capitolo dedicato agli aspetti economici. non vedo perchè debbano risultare antipatici sti discorsi. del resto proprio sta struttura economica dell'atletica italiana d'elite è uno dei motivi principali della scarsa efficienza tecnica.
quanto allo sforzo di cacciare 40-50-60 euri... ognuno sa le cose sue. però se permettete qualche esempio:
- atleta sposato, tra lui e la moglie portano a casa 4000 al mese... mi fa storie per 10 euri...
- atleta single, reddito 1500, spende 400 al mese in media per andare a gareggiare (viaggio, ristoranti, alberghi), a volte fuori regione, ogni tanto all'estero... mi fa storie per 10 euri...
- atleta che ogni weekend spende 120 euri solo di ristorante con la famiglia... mi fa storie di 10 euri...
ecco, questi personaggi oggi io (che al ristorante ci vado 5 volte l'anno) li mando a quel paese.

in realtà a molti rode il deretano pagare l'allenatore. non si capisce il perchè l'allenatore di atletica debba essere in italia l'unico lavoro schiavista... mah!
mi scrive gente che vuole essere allenata è che rimane SCONVOLTA E OFFESA quando scopre che non è gratis... sono cattivo, sfruttatore, criminale! :D
un allenatore di una mezzamaratoneta tra le prime 10 in italia mi chiese collaborazione, ci incontrammo pure di persona... le sue condizioni:
1) dovevo farlo gratis
2) dovevamo tenere segreta la cosa (così del "ritorno" dei risultati della tizia ne beneficiava solo lui...)
ma che c'ho scritto jocondor????
paese di pazzi...
risultato: dopo 1 anno e mezzo la tizia abbandonò l'atletica, AHAHAH! :ola:
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
NapoliRun
Promesse
Promesse
Messaggi: 1147
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 20:43

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da NapoliRun » lun 23 feb 2015, 11:28

Eh ma io ti do ragione!
Ho detto che se si parla di soldi può diventare antipatico solo perchè è facile poi fare discorsi un po' qualunquisti, alla cazzo...
Dal lato dell'atleta, giustamente "ognuno sa le sue cose" ed è vero...
L'elite o il tapascio benestante che non paga il coach lo trovo abbastanza squallido, cioè, o il coach è quello della società di appartenenza oppure se tu chiedi il lavoro di un professionista allora scusa paghi...
Lavorare aggratisse è umiliante x chi deve farlo ma secondo me anche x chiede di farlo eh...
Nella vita ci vuole dignità, in tutto, a maggior ragione nel lavoro.
Se io studio, mi aggiorno, do disponibilità, sono professionale, tu devi remunerare il mio tempo, sennò quella è la porta e amici come prima...
Cmq in Italia da questo punto di vista la mentalità è mooooolto "scadente", non è l'unico caso di lavoro che dovrebbe essere fatto agratisse, te ne potrei citare decine...
======================================
PB 1500 m 5'22''.69 (06/05/2017)
PB 3000 m 11'54''.00 (27/05/2017)
PB 5k 19:45.82 (07/05/2017)
PB 10k 39'19 (10/04/2016)
PB 21.1k 1h29'51 (07/02/2016)

Avatar utente
loris
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2657
Iscritto il: lun 9 feb 2015, 12:36

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da loris » lun 23 feb 2015, 13:55

Io non li capisco quelli che stanno a rompere per i 10€, un allenatore offre un servizio e richiede una certa cifra, se ti sta bene paghi altrimenti ti rivolgi altrove, è il libero mercato.
Non penso che nessuno li obblighi a essere allenati da un'allenatore in particolare.
PB:10km: 43'20" -21km: 1'40'45" -42km: 3h33'48" -50km: 4h44'13" -100km: 11h41'09"
next: 25/4 50km di Romagna - 28/5 100km del Passatore

http://www.lamiacorsa.it

maarco72
Promesse
Promesse
Messaggi: 1134
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 16:32

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da maarco72 » lun 23 feb 2015, 14:19

in italia gli elite se cosi possiamo chiamarli..che poi in europa....e non nel mondo sono delle pippe....si sentono semidii....ma qualcuno li fa sentire cosi...e qui inizia il problema
un allenatore va pagato perchè dedica il suo tempo a te...ovvio non parlo di quie allenatori che prendono un allenamento e lo passano a 10 atleti....ogni atleta ha la sua storia..la sua vita ecc ecc e va gestito singolarmente
io che alleno per passione...e sono una pippa..non ho mai fatto tabelle per piu di un atleta....

spuffy
Seniores
Seniores
Messaggi: 2052
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 14:29

Messaggio da spuffy » lun 23 feb 2015, 17:13

Gli allenatori li dovrebbero pagare le società come fanno con Giorgio al CUS!già noi ci facciamo il culo!io non ho un becco di un quattrino non mi sembra giusto che io paghi l'allenatore!;)

spuffy
Seniores
Seniores
Messaggi: 2052
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 14:29

Messaggio da spuffy » lun 23 feb 2015, 17:15

Io alleno a basket e mi paga la società mica i ragazzini!;)

Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7317
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Contano le gare o gli atleti?

Messaggio da chippz » lun 23 feb 2015, 17:22

Anche quelli della mia società sono pagati dalla società. Il risultato è che questi allenano tutti "alla stessa maniera" e il risultato l'ho scritto ad inizio thread.
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

Rispondi