Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Avete un blog? Scrivete "di corsa" e volete far conoscere i vostri articoli? Questo è il vostro posto
Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7551
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da chippz » ven 27 apr 2018, 19:01

Peccato che in Italia si insiste moltissimo con sta storia dell'avampiede e siamo tra i primi paesi al mondo con il numero di infortuni.

E poi mi spieghi perché se appoggio l'avampiede, automaticamente non sollecito le ginocchia, le anche e la schiena? Conosco gente che corre sempre di avampiede pure i lenti e s'è beccata frattura dell'anca, contrattura alla schiena e problemi all'inguine. Sarà un caso, ma se dici che correndo di avampiede non si sollecitano allora non dovrebbero pure peggiorari sti problemi.
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

Avatar utente
SimoneChesi
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 43
Iscritto il: mar 24 apr 2018, 16:35

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da SimoneChesi » ven 27 apr 2018, 21:25

Non ho detto che correre di avampiede ti salva da ogni male. Perché come ho detto in precedenza si deve guardare anche altro, non solo l'appoggio del piede. Molto probabilmente i tuoi conoscenti non si sono infortunati perché appoggiavano di avampiede, sicuramente hanno avuto altre cause. Io ti riporto quello che dicono studi validati ed anni di esperienza come fisioterapista. Poi ognuno ha le sue abitudini.

Avatar utente
SimoneChesi
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 43
Iscritto il: mar 24 apr 2018, 16:35

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da SimoneChesi » ven 27 apr 2018, 22:24

Di seguito alcuni studi di cui vi parlavo:

Per quanto riguarda l'appoggio:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/2 ... om=running [title]&filters=RandomizedControlledTrial,MetaAnalysis,SystematicReviews

Per quanto riguarda l'economia:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/2 ... om=running forefoot[title]&filters=RandomizedControlledTrial,MetaAnalysis,SystematicReviews

 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/2 ... om=running [title]&filters=RandomizedControlledTrial,MetaAnalysis,SystematicReviews

Avatar utente
Mad Mat
Juniores
Juniores
Messaggi: 704
Iscritto il: sab 28 feb 2015, 19:02

Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da Mad Mat » sab 28 apr 2018, 8:22

Il primo dice che la corsa di avampiede sollecita di più l’articolazione della caviglia (e i muscoli collegati aggiungo io)
Chi appoggia di tallone sollecita di più il ginocchio.

Non è che una cosa sia meglio dell’altra.
Cioè magari alleggerisco il carico sul ginocchio ma infiammo il tda.

Non capisco perché forzarsi a cambiare appoggio (in un senso o nell’altro)

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1388
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da L'Appiedato » sab 28 apr 2018, 9:26

Ciao @SimoneChesi e benvenuto in questo forum.
Io sono un infortunato cronico per cui ti puoi immaginare quanto sia sensibile a questo argomento.
Mi interesserebbe la tua opinione circa un tema in particolare: la iperpronazione.
Ti faccio un paio di domande e aggiungo un paio di mie considerazioni.
1) in casi di eccessiva pronazione consigli scarpe stabili anti-pronazione, plantari o nessuno dei due?
2) é possibile correggere in parte questo problema o limitarne gli effetti negativi con una ginnastica del piede e della caviglia?

Alcune mie considerazioni:
Se da una parte scarpe stabili e plantari arginano il problema, dall'altra la rigidità congenita di questi suporti ne crea di altri.
Per chi ha questo problema si consigliano in generale scarpe ben ammortizzate che peró, indipendentemente dal drop, hanno una suola alta; ora anche se non lo sento mai dire, mi pare evidente che piú ci si solleva da terra piú peggiora l'eventuale carenza di stabilire del piede. Non ho mai capito perché a chi è pronatore si sconsiglia di camminare con scarpe basse, ma piú ci si alza e piú la pronazione dovrebbe peggiorare. O no?
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Avatar utente
SimoneChesi
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 43
Iscritto il: mar 24 apr 2018, 16:35

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da SimoneChesi » sab 28 apr 2018, 13:32

Ciao @L'appiedato, solitamente per chi prona non consiglio ne plantari ne scarpe antipronazione. Quello che mi interesserebbe di più è andare a vedere cosa va a causare l'iperpronazione in alto, cioè vedere come si comporta il ginocchio, l'anca ed il tronco durante la corsa. Sicuramente gli esercizi possono aiutare. Solitamente consigliano a chi prona molto scarpe antipronazione con drop alti per cercare di detendere le strutture mediali alla caviglia, come ad esempio il tendine del tibiale posteriore.
Solitamente per valutare la miglior soluzione faccio un test biomeccanico della corsa, come questo:

https://simonechesi.com/2018/01/26/anal ... nerazione/

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1388
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da L'Appiedato » sab 28 apr 2018, 14:55

SimoneChesi ha scritto:
sab 28 apr 2018, 13:32
Ciao @L'appiedato, solitamente per chi prona non consiglio ne plantari ne scarpe antipronazione. Quello che mi interesserebbe di più è andare a vedere cosa va a causare l'iperpronazione in alto, cioè vedere come si comporta il ginocchio, l'anca ed il tronco durante la corsa. Sicuramente gli esercizi possono aiutare. Solitamente consigliano a chi prona molto scarpe antipronazione con drop alti per cercare di detendere le strutture mediali alla caviglia, come ad esempio il tendine del tibiale posteriore.
Solitamente per valutare la miglior soluzione faccio un test biomeccanico della corsa, come questo:

https://simonechesi.com/2018/01/26/anal ... nerazione/

Grazie per la risposta.
Io l'anno scorso ebbi un edema intrasponginoso al piede proprio causato dalla iperpronazione.
Non voglio ovviamemente mettere in discussione le tue idee, ma solo raccontare la mia esperienza. L'ortopedico mi disse, al contrario di te, che i problemi come il mio non sono mai derivati da qualcosa che sta sopra ma proprio dal piede stesso e che nei bambini, attualmente, la cosa é pure risolvibile con una operazione abbastanza semplice.
Io posso dirti che, seppur la situazione a distanza di diversi mesi non si sia ancora completamente risolta, ho potuto riprendere a correre solo utilizzando i plantari, senza mi era proprio impossibile, il piede cedeva piú del solito con conseguente dolore. A sensazione mi pare che se già è difficile modificare in un adulto la tecnica di corsa , credo sia impossibile correggere questi adattamenti posturali quasi atavici. La mia speranza sarebbe semmai di allenare il piede, la caviglia e il core in modo tale da rendermi piú resistante allo stress della corsa ma temo che se uno prona, pronerà per sempre. Tu puoi testimoniare casil di persone realmente migliorate sotto questo aspetto?
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Avatar utente
SimoneChesi
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 43
Iscritto il: mar 24 apr 2018, 16:35

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da SimoneChesi » sab 28 apr 2018, 16:50

Riguardo al tuo caso bisognerebbe vedere di persona quanto proni e quali adattamenti hai. Edema della spongiosa ossea bilaterale? di quale osso in particolare? Tempo di contatto? cadenza? Distribuzione del carico? Cinematica articolare? Come vedi è difficile valutare il tuo caso, perché ognuno di noi è diverso dall'altro. Comunque un lavoro attivo sulla propriocezione, sul rinforzo, sul core, ecc ecc è sempre utile. E ti dico anche che se con il plantare riesci a correre e non hai più problemi, sono il primo a dirti di non toglierlo. Ma se ancora c'è qualcosa che non va allora devi analizzare anche altro.

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3478
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da Ericradis » sab 28 apr 2018, 20:07

SimoneChesi ha scritto:
sab 28 apr 2018, 16:50
Riguardo al tuo caso bisognerebbe vedere di persona quanto proni e quali adattamenti hai. Edema della spongiosa ossea bilaterale? di quale osso in particolare? Tempo di contatto? cadenza? Distribuzione del carico? Cinematica articolare? Come vedi è difficile valutare il tuo caso, perché ognuno di noi è diverso dall'altro. Comunque un lavoro attivo sulla propriocezione, sul rinforzo, sul core, ecc ecc è sempre utile. E ti dico anche che se con il plantare riesci a correre e non hai più problemi, sono il primo a dirti di non toglierlo. Ma se ancora c'è qualcosa che non va allora devi analizzare anche altro.
Mi piace il pragmatismo di Simone :thumleft:

Avatar utente
salvassa
Promesse
Promesse
Messaggi: 1850
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: Blog con consigli per evitare infortuni! Dai un occhio!

Messaggio da salvassa » dom 29 apr 2018, 10:08


Mad Mat ha scritto: Non capisco perché forzarsi a cambiare appoggio (in un senso o nell’altro)
Forzare un cambiamento di meccanica di corsa, soprattutto se amatori e non più teenager è quasi sempre una pessima idea. Al limite si può agire su alcune cause (debolezze) che determinano alcune cose... Ma fissarsi sul 180 di cadenza (con tanto di metronomo nelle orecchie) o su poggiare in una determinata maniera porta quasi sempre solo guai. Oltre che rendere una corsa un incubo... Cioè io il metronomo lo odiavo quando studiavo musica, ma usarlo per quello che è un divertimento ragazzi siamo al limite del TSO con tutto il rispetto...
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 42'07" (Fiumicino 03/12/2017) 21k 1h35'50" (Fregene 11/02/2018) 42k 3h41 (Roma 2018)
Squat 145 Panca 95 Stacco 180

Rispondi