Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Una sezione dedicata al Blog del Corsaro da dove si può accedere a tutti i suoi articoli.
lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11146
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da lucaliffo » lun 20 giu 2016, 20:04

Low Aerobic 70-73 solo warm up e recovery run
Moderate Aerobic 75-82 qui il lento
Threshold 88-92
Vo2Max 94-96*
Speed 96+**

non ho capito gli ultimi 2 step...

* al vo2max dovrebbe corrispondere la FCmax. a meno che non proponga di allenarlo solo a velocità più basse.

** parlare di speed al 96% è na strunzata, ma pure al 100%. farah sul 3000 (potrebbe corrispondere al vo2max) va a 15"/100m... quando fa 10x100 rec 1' va a 11.2... se fa un 100 secco al massimo e lanciato va a 10.5... 15 è molto lontano dalla "speed".
cioè, a volte si ragiona come se il vo2max sia il massimo sforzo raggiungibile, mentre si raggiunge normalmente il 150%, per gli sprinter pure il 200%.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

luirt
Allievi
Allievi
Messaggi: 164
Iscritto il: sab 20 feb 2016, 9:43

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da luirt » lun 20 giu 2016, 20:38

lucaliffo ha scritto:Low Aerobic 70-73 solo warm up e recovery run
Moderate Aerobic 75-82 qui il lento
Threshold 88-92
Vo2Max 94-96*
Speed 96+**

non ho capito gli ultimi 2 step...

* al vo2max dovrebbe corrispondere la FCmax. a meno che non proponga di allenarlo solo a velocità più basse.

** parlare di speed al 96% è na strunzata, ma pure al 100%. farah sul 3000 (potrebbe corrispondere al vo2max) va a 15"/100m... quando fa 10x100 rec 1' va a 11.2... se fa un 100 secco al massimo e lanciato va a 10.5... 15 è molto lontano dalla "speed".
cioè, a volte si ragiona come se il vo2max sia il massimo sforzo raggiungibile, mentre si raggiunge normalmente il 150%, per gli sprinter pure il 200%.
in realtà quelle percentuali sono sulla soglia, mi sono fermato al numero intero che ne so 96,85% ti ho scritto 96 quando sarebbe più 97%
vo2 sarebbe 102-105
speed 106+ (ho preso pure 105) che ho sbagliato a calcolare :testata: verrebbe 99% della FCmax

nella tabella c'è un esempio con una soglia a 160
Low Aerobic 120-128
Moderate Aerobic 129-142
Threshold 153-160
Vo2Max 163-168
Speed 169+

Avatar utente
GioPod
Promesse
Promesse
Messaggi: 1494
Iscritto il: lun 26 ott 2015, 10:24

Re: RE: Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da GioPod » lun 20 giu 2016, 22:18

lucaliffo ha scritto:
GioPod ha scritto:D'accordo, ma dire: oggi faccio un lavoro di soglia e sto tra l'88 e il 92% mi sembra un po' troppo spannometrico, no?

Inviato dal mio SM-N7505 utilizzando Tapatalk
se è una descrizione a posteriori di ciò che (secondo lui) avviene nella realtà, non è spannometrica.
se è un'indicazione di una banda di intensità alle quali si stimola la soglia, non è spannometrica: puoi stimolare la soglia con un medio, un veloce, ripetute...

molto meglio che dare un numero N unico... poi invece per qualcuno è meglio N+3 e per altri N-3.
D'accordo, con fini didattici va anche bene, ma per impostare tabelle di lavoro?
Cioè oggi faccio un lavoro tra i 4'50" e i 5'25"??

Inviato dal mio SM-N7505 utilizzando Tapatalk
Obiettivo: 3h59 sulla mara - 1h49 sulla mezza (i 49 sui 10k fatti)
DEMITOCONDRIZZATO. Se l'alcol fa male ai mitocondri, mi sa che tra i 20 e i 30 anni ne ho fatto una strage :ubriaco: :egyptian:

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11146
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da lucaliffo » lun 20 giu 2016, 22:24

comunque è giusto il discorso che ognuno ha il suo personale profilo cardio. e che il cardio è solo uno dei parametri.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11146
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: RE: Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da lucaliffo » lun 20 giu 2016, 22:36

GioPod ha scritto:
lucaliffo ha scritto:
GioPod ha scritto:D'accordo, ma dire: oggi faccio un lavoro di soglia e sto tra l'88 e il 92% mi sembra un po' troppo spannometrico, no?

Inviato dal mio SM-N7505 utilizzando Tapatalk
se è una descrizione a posteriori di ciò che (secondo lui) avviene nella realtà, non è spannometrica.
se è un'indicazione di una banda di intensità alle quali si stimola la soglia, non è spannometrica: puoi stimolare la soglia con un medio, un veloce, ripetute...

molto meglio che dare un numero N unico... poi invece per qualcuno è meglio N+3 e per altri N-3.
D'accordo, con fini didattici va anche bene, ma per impostare tabelle di lavoro?
Cioè oggi faccio un lavoro tra i 4'50" e i 5'25"??

Inviato dal mio SM-N7505 utilizzando Tapatalk
come sai considero un errore basarsi sulle %, quindi il discorso lo risolvo a priori.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
GioPod
Promesse
Promesse
Messaggi: 1494
Iscritto il: lun 26 ott 2015, 10:24

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da GioPod » lun 20 giu 2016, 23:23

Soprattutto i lavori medi e veloci... Le ripetute, poi...

Inviato dal mio SM-N7505 utilizzando Tapatalk
Obiettivo: 3h59 sulla mara - 1h49 sulla mezza (i 49 sui 10k fatti)
DEMITOCONDRIZZATO. Se l'alcol fa male ai mitocondri, mi sa che tra i 20 e i 30 anni ne ho fatto una strage :ubriaco: :egyptian:

luirt
Allievi
Allievi
Messaggi: 164
Iscritto il: sab 20 feb 2016, 9:43

Re: RE: Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da luirt » mar 21 giu 2016, 7:38

GioPod ha scritto: D'accordo, con fini didattici va anche bene, ma per impostare tabelle di lavoro?
Cioè oggi faccio un lavoro tra i 4'50" e i 5'25"??

Inviato dal mio SM-N7505 utilizzando Tapatalk
Però Fitzgerald dice
Science has shown that runners get equally fit whether they exercise slightly above, precisely at, or slightly below the heart rate that is associated with a blood lactate concentration of 4 mmol/L in their designated moderate-intensity workouts. In other words, close is good enough when it comes to determining the lactate threshold heart rate, and it so happens that it’s possible to get close to the scientific standard for identifying the lactate threshold with do-it-yourself alternatives to lab-based testing.
In sostanza se ho capito bene quello che vuole dire è che per dare un determinato stimolo non è importante essere precisissimi, puoi essere un pò sotto o anche un pò sopra, perché questo valore non lo considera preciso, dice che se uno ripete il test per 5 giorni potrebbe avere sempre risultati leggermente diversi.

Indipendentemente dall'approccio che poi si ha con l'allenamento credo che siano considerazioni condivisibili.

Avatar utente
GioPod
Promesse
Promesse
Messaggi: 1494
Iscritto il: lun 26 ott 2015, 10:24

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da GioPod » mar 21 giu 2016, 7:52

Va bene, ma quantifichiamo il poca differenza.
Aggiungici anche che lo sforzo all'88% alla mattina potrebbe essere diverso da quello del pomeriggio, o col caldo, aumentando ancora le differenze.

Inviato dal mio SM-N7505 utilizzando Tapatalk
Obiettivo: 3h59 sulla mara - 1h49 sulla mezza (i 49 sui 10k fatti)
DEMITOCONDRIZZATO. Se l'alcol fa male ai mitocondri, mi sa che tra i 20 e i 30 anni ne ho fatto una strage :ubriaco: :egyptian:

Avatar utente
salvassa
Promesse
Promesse
Messaggi: 1147
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da salvassa » mar 21 giu 2016, 9:43

Aggiungici che solo un paio dei cardiocentrici ha fatto UN test del lattato e siamo a cavallo ;)
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 42'07" (Fiumicino 03/12/2017) 21k 1h35'50" (Fregene 11/02/2018)
Squat 145 Panca 95 Stacco 180

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5075
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: RE: Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da Zedemel » mar 21 giu 2016, 11:02

luirt ha scritto: Però Fitzgerald dice
Science has shown that runners get equally fit whether they exercise slightly above, precisely at, or slightly below the heart rate that is associated with a blood lactate concentration of 4 mmol/L in their designated moderate-intensity workouts. In other words, close is good enough when it comes to determining the lactate threshold heart rate, and it so happens that it’s possible to get close to the scientific standard for identifying the lactate threshold with do-it-yourself alternatives to lab-based testing.
In sostanza se ho capito bene quello che vuole dire è che per dare un determinato stimolo non è importante essere precisissimi, puoi essere un pò sotto o anche un pò sopra, perché questo valore non lo considera preciso, dice che se uno ripete il test per 5 giorni potrebbe avere sempre risultati leggermente diversi.

Indipendentemente dall'approccio che poi si ha con l'allenamento credo che siano considerazioni condivisibili.
Condivido, non è che se uno doveva andare a 4 e poi esce 4'10" sia una tragedia, si è allenato lo stesso :)
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Rispondi