Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Una sezione dedicata al Blog del Corsaro da dove si può accedere a tutti i suoi articoli.
lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13132
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da lucaliffo » mer 30 nov 2016, 14:22

ma il prof. steva ancora pontifica o gli si è consumata la tastiera?
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

maarco72
Promesse
Promesse
Messaggi: 1216
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 16:32

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da maarco72 » mer 30 nov 2016, 18:57

lucaliffo ha scritto:ma il prof. steva ancora pontifica o gli si è consumata la tastiera?
Lo danno per disperso da tempo :lol5:

Avatar utente
salvassa
Promesse
Promesse
Messaggi: 1967
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da salvassa » gio 1 dic 2016, 8:27

Speruma. Continua a correre molto, felice lui. Parla meno, felici noi.
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 41'03" (Fiumicino 11/11/2018) 21k 1h35'50" (Fregene 11/02/2018) 42k 3h41 (Roma 2018)
Squat 145 Panca 95 Stacco 180

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6521
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da Zedemel » gio 1 dic 2016, 12:00

salvassa ha scritto:Speruma. Continua a correre molto, felice lui. Parla meno, felici noi.
Alla fine tiene un diario, ci sono tanti diari e blog in rete, è normale cerchi di trovare un compromesso tra mentenersi in forma e tenere sotto controllo il problema che ha avuto. Non credo si sia mai addentrato su aspetti più agonistici della corsa, ma magari mi son perso qualche pezzo.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13132
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da lucaliffo » gio 1 dic 2016, 12:03

beh s'era messo a assolutizzare cose che valgono solo per lui o concetti cuoretici alla moda...
qual'era il problema che ha avuto?
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
salvassa
Promesse
Promesse
Messaggi: 1967
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da salvassa » gio 1 dic 2016, 12:05

Beh sarà una mia visione soggettiva, ma io nel suo diario (e anche fuori in altri post in sezione allenamento...) ho trovato molta saccenza e pretesa di aver capito tutto di come allenarsi. Non solo di come allenarsi lui (comunque insindacabile a prescindere dal ricovero), ma di come dovrebbero allenarsi tutti gli amatori.

Anch'io ho un diario dove annoto ciò che faccio con pesi e corsa. Ma non ho alcuna pretesa di allenamento universalmente valido. Nemmeno per lo scopo assurdo di conciliare tempi nella corsa, carichi e ipertrofia. Anzi. A chiunque me lo chieda rispondo "faccio così perché mi ci trovo bene / mi diverte, ma tu non lo fare"
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 41'03" (Fiumicino 11/11/2018) 21k 1h35'50" (Fregene 11/02/2018) 42k 3h41 (Roma 2018)
Squat 145 Panca 95 Stacco 180

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6521
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da Zedemel » gio 1 dic 2016, 14:26

lucaliffo ha scritto:beh s'era messo a assolutizzare cose che valgono solo per lui o concetti cuoretici alla moda...
qual'era il problema che ha avuto?
ha avuto un grosso problema cardiaco, mi pare lo sapessi.... o no? :?:

Per cui diventa automatico che per lui sforzo sia sforzo cardiaco. Se dice 140 battiti quello è il suo sforzo, a prescindere da quanto di quei battiti dipenda dall'attività delle gambe, dalla digestione, dalla temperatura, etc.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6521
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da Zedemel » gio 1 dic 2016, 14:36

salvassa ha scritto:Beh sarà una mia visione soggettiva, ma io nel suo diario (e anche fuori in altri post in sezione allenamento...) ho trovato molta saccenza e pretesa di aver capito tutto di come allenarsi. Non solo di come allenarsi lui (comunque insindacabile a prescindere dal ricovero), ma di come dovrebbero allenarsi tutti gli amatori.

Anch'io ho un diario dove annoto ciò che faccio con pesi e corsa. Ma non ho alcuna pretesa di allenamento universalmente valido. Nemmeno per lo scopo assurdo di conciliare tempi nella corsa, carichi e ipertrofia. Anzi. A chiunque me lo chieda rispondo "faccio così perché mi ci trovo bene / mi diverte, ma tu non lo fare"
Ho letto anch'io qualcosa qua e là, più che altro mi sembra una serie di considerazioni su un mondo dei runner un po' più soft, assimilabile al suo, presumo (o spero) che non pensi che i suoi concetti di allenamento consentano di arrivare a battere Spuffy :)
Amatori è un'unica macrocategoria, però c'è chi fa una mezza in 2 ore, chi 1h30', chi 1h10' e sono tre mondi profondamente diversi tra loro.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13132
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da lucaliffo » gio 1 dic 2016, 15:04

Zedemel ha scritto:
lucaliffo ha scritto:beh s'era messo a assolutizzare cose che valgono solo per lui o concetti cuoretici alla moda...
qual'era il problema che ha avuto?
ha avuto un grosso problema cardiaco, mi pare lo sapessi.... o no? :?:

Per cui diventa automatico che per lui sforzo sia sforzo cardiaco. Se dice 140 battiti quello è il suo sforzo, a prescindere da quanto di quei battiti dipenda dall'attività delle gambe, dalla digestione, dalla temperatura, etc.
sì ma non ricordo nello specifico qual'era il problema.
siccome tra moglie e madre sto diventando un primario di cardiologia...
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
salvassa
Promesse
Promesse
Messaggi: 1967
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: RE: Re: Allenamento: la filosofia cardiocentrica

Messaggio da salvassa » gio 1 dic 2016, 15:41

Zedemel ha scritto:
Ho letto anch'io qualcosa qua e là, più che altro mi sembra una serie di considerazioni su un mondo dei runner un po' più soft
Mah io non credo. Sul blog di luc trovi qualche sua frase... e anche i reply a quel post erano tutto tranne che circoscritti a chi vuol fare una mezza a 5al km al massimo.

Cioè è arrivato a teorizzare una sorta di "complotto" degli allenatori online (in conflitto di interesse) contro un approccio cardiocentrico come il suo, perché gli farebbero perdere clienti... rendiamoci conto...

E peraltro anche "sto mondo soft" non capisco perché debba vivere ogni allenamento pensando al cardio... proprio perché soft la prenderei più alla leggera andando un po' a cazzo piuttosto (a come ti gira, a sensazione etc) e senza tante pretese di "scientificità" che se anche avessero senso (e non ce l'ha secondo me) lo avrebbero più per i top che per i tapascioni
Sogno di fare 200kg di stacco e correre 10k in 40' entro i 40 anni. Aiutami sul mio diario
PB: 10k 41'03" (Fiumicino 11/11/2018) 21k 1h35'50" (Fregene 11/02/2018) 42k 3h41 (Roma 2018)
Squat 145 Panca 95 Stacco 180

Rispondi