Mi presento

Per presentarvi e conoscerci meglio
andrewrun
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 4
Iscritto il: lun 12 feb 2018, 17:22

Mi presento

Messaggio da andrewrun » lun 12 feb 2018, 22:57

Ciao a tutti,
mi chiamo Andrea, ho 42 anni e vivo a Brescia.
Da un paio di anni ho ripreso a correre dopo uno stop che risale al 2011.
Tutto qua... Buone corse a tutti.

Avatar utente
loris
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2373
Iscritto il: lun 9 feb 2015, 12:36

Re: Mi presento

Messaggio da loris » lun 12 feb 2018, 23:14

Ciao Andrea, benvenuto su forumCorsa!

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

PB:10km: 43'20" -21km: 1'40'45" -42km: 3h33'48" -50km: 4h44'13" -100km: 11h41'09"
next: 25/4 50km di Romagna - 28/5 100km del Passatore

http://www.lamiacorsa.it

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10701
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Mi presento

Messaggio da lucaliffo » lun 12 feb 2018, 23:23

benvenuto!
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
spiritolibero
Promesse
Promesse
Messaggi: 1413
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: Mi presento

Messaggio da spiritolibero » mar 13 feb 2018, 0:22

Benvenuto.
Dicci qualcosa in più però.
1,73m x 59kg – Mizuno Wawe Rider - Mizuno Hitogami - Asics Hyper LD
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

lore75
Promesse
Promesse
Messaggi: 1312
Iscritto il: mar 17 feb 2015, 10:45

Re: Mi presento

Messaggio da lore75 » mar 13 feb 2018, 4:23

benvenuto
PB 1500 - Dubai 2017 5.19
PB 3000 - Dubai 2017 11.29
PB 5000 - Abu Dhabi 2016 20.25
PB 10000 - Dubai 2016 41.04
PB Mezza - RAK 2016 1.32.24

andrewrun
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 4
Iscritto il: lun 12 feb 2018, 17:22

Re: Mi presento

Messaggio da andrewrun » mar 13 feb 2018, 8:59

spiritolibero ha scritto:
mar 13 feb 2018, 0:22
Benvenuto.
Dicci qualcosa in più però.
Avendo un'estrazione ciclistica da strada (ho praticato ciclismo fin da bambino), ho cercato di applicare al podismo i "fondamentali" dell'allenamento sulle 2 ruote, con le classiche ripetute, ondulato etc...
E' chiaro poi, che qualche libro sul podismo l'ho anche letto, e traggo spunto dalle varie pubblicazioni più o meno attendibili sul web.
Tendenzialmente refrattario alle analisi estreme delle dinamiche di corsa, appoggio, tempo di stacco, VO2, variabilità del battito e via discorrendo, cerco di allenarmi "alla vecchia", ad esempio riconoscendo a naso la mie andature (e su quello sono piuttosto severo con me stesso, cercando di capire con scarto minimo a quanto sto andando).
Potrà sembrare una sciocchezza, ma credo che la sensibilità del ritmo di corsa, senza ausili tecnologici, sia fondamentale oltre che per impostare al meglio i lavori specifici, anche per la gestione della gara, sia tapasciata che da personal best, (quantomeno per non scoppiare e arrivare al traguardo in ginocchio).
I personali, siglati tutti nella mia prima vita podistica tra il 2010 e il 2011, sono di 34' alto sui 10km; 1h:17 e rotti sulla mezza e l'unica maratona in 2h55.
E' tutto.
A voi studio.

Avatar utente
Mad Mat
Juniores
Juniores
Messaggi: 668
Iscritto il: sab 28 feb 2015, 19:02

Re: Mi presento

Messaggio da Mad Mat » mar 13 feb 2018, 9:15

Ciao e benvenuto!

Avatar utente
L'Appiedato
Juniores
Juniores
Messaggi: 887
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: Mi presento

Messaggio da L'Appiedato » mar 13 feb 2018, 10:14

andrewrun ha scritto:
mar 13 feb 2018, 8:59
spiritolibero ha scritto:
mar 13 feb 2018, 0:22
Benvenuto.
Dicci qualcosa in più però.
Avendo un'estrazione ciclistica da strada (ho praticato ciclismo fin da bambino), ho cercato di applicare al podismo i "fondamentali" dell'allenamento sulle 2 ruote, con le classiche ripetute, ondulato etc...
E' chiaro poi, che qualche libro sul podismo l'ho anche letto, e traggo spunto dalle varie pubblicazioni più o meno attendibili sul web.
Tendenzialmente refrattario alle analisi estreme delle dinamiche di corsa, appoggio, tempo di stacco, VO2, variabilità del battito e via discorrendo, cerco di allenarmi "alla vecchia", ad esempio riconoscendo a naso la mie andature (e su quello sono piuttosto severo con me stesso, cercando di capire con scarto minimo a quanto sto andando).
Potrà sembrare una sciocchezza, ma credo che la sensibilità del ritmo di corsa, senza ausili tecnologici, sia fondamentale oltre che per impostare al meglio i lavori specifici, anche per la gestione della gara, sia tapasciata che da personal best, (quantomeno per non scoppiare e arrivare al traguardo in ginocchio).
I personali, siglati tutti nella mia prima vita podistica tra il 2010 e il 2011, sono di 34' alto sui 10km; 1h:17 e rotti sulla mezza e l'unica maratona in 2h55.
E' tutto.
A voi studio.
Ciao,
anche io ex ciclista, con una comparsata di 2 anni tra i dilettanti.
Dici di aver trasposto l’esperienza del ciclismo sulla corsa, evidentemente sei stato bravo perché solitamente il ciclista medio è un disastro in questo, troppo stakanovisti, troppi abituati a gareggiare sempre (cit. il miglior allenamento è la gara) . Arcelli diceva che i ciclisti sono inallenabili :bastone:

Benvenuto e Buone corse!
"Sono sprecato per la corsa campestre. Noi Nani siamo scattisti nati. Pericolosissimi sulle brevi distanze!"
http://appiedato.blogspot.it/

andrewrun
Cadetti
Cadetti
Messaggi: 4
Iscritto il: lun 12 feb 2018, 17:22

Re: Mi presento

Messaggio da andrewrun » mar 13 feb 2018, 10:42

L'Appiedato ha scritto:
mar 13 feb 2018, 10:14
andrewrun ha scritto:
mar 13 feb 2018, 8:59
spiritolibero ha scritto:
mar 13 feb 2018, 0:22
Benvenuto.
Dicci qualcosa in più però.
Avendo un'estrazione ciclistica da strada (ho praticato ciclismo fin da bambino), ho cercato di applicare al podismo i "fondamentali" dell'allenamento sulle 2 ruote, con le classiche ripetute, ondulato etc...
E' chiaro poi, che qualche libro sul podismo l'ho anche letto, e traggo spunto dalle varie pubblicazioni più o meno attendibili sul web.
Tendenzialmente refrattario alle analisi estreme delle dinamiche di corsa, appoggio, tempo di stacco, VO2, variabilità del battito e via discorrendo, cerco di allenarmi "alla vecchia", ad esempio riconoscendo a naso la mie andature (e su quello sono piuttosto severo con me stesso, cercando di capire con scarto minimo a quanto sto andando).
Potrà sembrare una sciocchezza, ma credo che la sensibilità del ritmo di corsa, senza ausili tecnologici, sia fondamentale oltre che per impostare al meglio i lavori specifici, anche per la gestione della gara, sia tapasciata che da personal best, (quantomeno per non scoppiare e arrivare al traguardo in ginocchio).
I personali, siglati tutti nella mia prima vita podistica tra il 2010 e il 2011, sono di 34' alto sui 10km; 1h:17 e rotti sulla mezza e l'unica maratona in 2h55.
E' tutto.
A voi studio.
Ciao,
anche io ex ciclista, con una comparsata di 2 anni tra i dilettanti.
Dici di aver trasposto l’esperienza del ciclismo sulla corsa, evidentemente sei stato bravo perché solitamente il ciclista medio è un disastro in questo, troppo stakanovisti, troppi abituati a gareggiare sempre (cit. il miglior allenamento è la gara) . Arcelli diceva che i ciclisti sono inallenabili :bastone:

Benvenuto e Buone corse!
Ogni anno in bicicletta non facevo mai meno di 40 gare, ero più giovane, mi allenavo tanto (anzi troppo) e non dovevo nemmeno stare a dieta.
Ed è stato quello che ho fatto quando ho iniziato a correre ma con l'aggravante degli infortuni, che nel ciclismo, a patto di non cadere, praticamente non esistono.
Ora, sono decisamente più lento ma (tocco ferro) non mi rompo più.
Vale quindi l'equazione "spremersi in allenamento per andare più forte in gara, con il rischio esponenziale di infortunio"?
Sicuramente bisogna sudare, ma con metodo... :D

Zedemel
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 4801
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Mi presento

Messaggio da Zedemel » mar 13 feb 2018, 10:51

Ma voi ex ciclisti continuate ogni tanto a fare qualche giretto in bici? Per caso avete notato grossi rallentamenti magari facendo una salita, nonostante l'allenamento podistico?
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Rispondi