La filosofia d'allenamento di RON CLARKE

Gli allenamenti per le gare da 10 km
maarco72
Promesse
Promesse
Messaggi: 1134
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 16:32

Re: La filosofia d'allenamento di RON CLARKE

Messaggio da maarco72 » mar 10 mar 2015, 15:34

penso che un grande allenatore sia quello che trova la formula gisuta per l atleta....ognuno di noi a caratteristiche diverse come ognuno di noi recepisce le metodiche di allenamento in modo diverso al di la della qualita della metodica.un esempio è per fare nomi ome lo stesso allenatore ha allenato in modo completamente diverso due maratonete con ottimi tempi tutte e due..ornella ferrara e viceconte...erano atlete motlo diverse e si sono allenate in modo diverso.
tornado a zatopek...che lui sia stato epocale è indiscutibile..ma siamo sicuri che con una metodica meno pesante,piu mirata.ecc ecc nona vrebbe fatto meglio?un pò come tra gli amatori...ti elleni 3 volte a settimana...poi passi da un allenatore e ti alleni 7 su 7..migliori e ritieni il tuo coah un genio...svegliaaaaa....ti stai solo allenando il doppio....e che cxxx....un pò di obbiettività....
negli anni 90 seguivo il gruppo rondelli avendo un amico che correrva con lui....ho visto che si allenano..ma erano cmq allenamenti non per tutti..cera chi reggeva e faceva il salto di qualità...chi fisicamente non reggeva...insomma..prima della metodica viene l atleta...cio che va come allenamento un top runnere non è detto che sia sempre la cosa migliore o che vada bene per noi

Avatar utente
chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7315
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: La filosofia d'allenamento di RON CLARKE

Messaggio da chippz » mar 10 mar 2015, 16:00

maarco72 ha scritto:prima della metodica viene l atleta
Parole sante!!
Embrace your dreams and protect your honor!
PB: 1':00" / 2':16" / 3':00" / 4':44" / 5':06" / 10':22" / 17':39" / 37':40" / 1h:26':27"

https://paroledicorsa.blogspot.com

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6021
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: La filosofia d'allenamento di RON CLARKE

Messaggio da Zedemel » sab 5 dic 2015, 13:06

correreEcorrere ha scritto: I metodi di allenamento di oggi sono migliori è vero non dico il contrario quello che volevo dire è che con la fatica prima o poi si raccoglie qualcosa ed è giusto che sia cosi e anche i metodi di allenamento del passato lo dimostrano. Perche' dico questo? perche' spesso sento dire in giro, e vabbe' quello fa i 10km in 32 minuti perche' è dopato o perche' è genetica o perche' corre da piccolo senza analizzare i vari allenamenti che magari ha fatto e a me questo fa rimanere male
Poi vedi gente adulta che corre dal 2012 e oggi fa i 10km in 33 minuti fa volumi di allenamento davvero interessanti e allora pensi che con il lavoro tutto o quasi è possibile.Gli australiani degli anni 60 ne sono la prova, non sono forti quanto mo farah ovvio pero' illo tempore con il lavoro e la fatica hanno dimostrato dove si puo' arrivare.

No chip oggi d'acciaio non c'è nessuno, io sento spesso le persone lamentarsi di non avere tempo o di essere stanca dopo il lavoro per fare palestra e cose cosi. Per non parlare quelli che dicono che non possono dimagrire perche' il metabolismo glielo impedisce ahhahahahah
'
sul fatto che sia fondamentale la volontà di fare le cose, sono assolutamente d'accordo.
Se cominciamo a parlare di 10km in 33 minuti che sono poi 3'20" a km non penso basti quantità e qualità dell'allenamento. Tra i 30 e i 50 minuti c'è un bella variabilità, scendere da 50 verso i 40 ce la possono fare in tanti, dai 40 verso i 30 temo intervengano anche fattori al di là dell'allenamento.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
NapoliRun
Promesse
Promesse
Messaggi: 1147
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 20:43

Re: La filosofia d'allenamento di RON CLARKE

Messaggio da NapoliRun » sab 5 dic 2015, 13:19

Dai 50 ai 40 un amatore magro con un buon allenamento e con costanza ci arriva...
Ci sono arrivato io ergo ci possono arrivare in parecchi.
Da 40 a 30 secondo me:
- devi essere "sensibilmente" giovane;
- avere un fisico ottimizzato (intendo non essere genericamente magro, ma avere un BMI agonistico cioè sui 19 o giù di li);
- devi allenarti in maniera professionistica e intendo almeno 6 volte la settimana...

E poi oggi con 30 sui 10k in Italia non dico che arrivi in nazionale ma visto il livello pessimo poco ci manca...
Diverso se parliamo di 32, 33, 34 li la fetta di amatori evoluti che ci arrivano diventa più ampia ma stiamo parlando, sanza vole fare dietrologie, di gente semi-pro.

P.S. Questa è una tabella con alcuni valori di alcuni fondisti italiani
========================================================

Nome Cognome Data nascita Altezza Peso BMI
Gelindo Bordin 1959 1,80 68 21,0
Gianni Poli 1957 1,80 68 21,0
Francesco Panetta 1963 1,75 64 20,9
Antonio Ambu 1936 1,65 55 20,2
Venanzio Ortis 1955 1,78 64 20,2
Stefano Baldini 1971 1,76 62 20,0
Mariano Scartez. 1954 1,86 69 19,9
Angelo Carosi 1964 1,82 66 19,9
Alessandro Lambrus. 1965 1,78 63 19,9
Daniele Meucci 1985 1,78 63 19,9
Giacomo Leone 1971 1,71 57 19,5
Orlando Pizzolato 1958 1,79 61 19,0
Franco Fava 1952 1,72 56 18,9
Alberto Cova 1958 1,76 58 18,7
Stefano Mei 1963 1,85 62 18,1
Salvatore Antibo 1962 1,70 52 18,0
Salvatore Bettiol 1961 1,78 57 18,0
Giuliano Battocle. 1975 1,76 54 17,4
Danilo Goffi 1972 1,73 52 17,4
Alessio Faustini 1960 1,68 48 17,0
Andrea Lalli 1987 1,69 56 19,6
Ruggero Pertile 1974 1,76 60 19,4
======================================
PB 1500 m 5'22''.69 (06/05/2017)
PB 3000 m 11'54''.00 (27/05/2017)
PB 5k 19:45.82 (07/05/2017)
PB 10k 39'19 (10/04/2016)
PB 21.1k 1h29'51 (07/02/2016)

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6021
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: La filosofia d'allenamento di RON CLARKE

Messaggio da Zedemel » sab 5 dic 2015, 13:56

NapoliRun ha scritto: E poi oggi con 30 sui 10k in Italia non dico che arrivi in nazionale ma visto il livello pessimo poco ci manca...
Diverso se parliamo di 32, 33, 34 li la fetta di amatori evoluti che ci arrivano diventa più ampia ma stiamo parlando, sanza vole fare dietrologie, di gente semi-pro.
che poi da un minuto all'altro c'è comunque un abisso, son 6"a km che se appunto uno corre con frequenza, sono una conquista.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Rispondi