Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Tutto quello che non rientra nelle altre discussioni
Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3540
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da Ericradis » mer 10 gen 2018, 13:08

spiritolibero ha scritto:
mer 10 gen 2018, 12:47
maarco72 ha scritto:
mer 10 gen 2018, 12:30
spiritolibero ha scritto:
mer 10 gen 2018, 11:20


E il motivo di questo stallo?
Si è operato al tendine per cui credo 7/8 mesi fermo.ha ripreso nel periodo festivo ha fatto parecchie gare
In bocca al lupo a lui!
Non è "vecchio", è del 1992, quindi ora fa 26 anni. Parte da 30'54 sui 10mila e teoricamente ha ancora margine per migliorarsi. Non so però quanto abbia il padre come PB e bisogna anche vedere come si riprenderà dall'infortunio.
anche io non penso che batterà suo padre. Soprattutto perchè gli piace gareggiare molto e non finalizza la preparazione in modo esasperato.

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3540
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da Ericradis » mer 10 gen 2018, 13:10

lucaliffo ha scritto:
mar 9 gen 2018, 22:29
Ericradis ha scritto:
mar 9 gen 2018, 20:14
Anche un buon atleta delle mie parti, Michele Belluschi, aveva fatto una tesi di statistica sul declino delle prestazioni italiane sui 10000. Lui infatti non è riuscito ancora a battere suo padre!
ce l'ho.
ci dibattevo con michele su atleticanet. dal 2015 non migliora e non vedo tempi nel 2017.
E nella tesi a quale motivo attribuiva il peggioramento dei tempi?

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13095
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da lucaliffo » mer 10 gen 2018, 14:31

"Certo, mi sono interrogato sulla cause. Come sempre non si può incanalare il crollo delle prestazioni su una sola causa. E’ sicuramente una sommatoria di fattori.
Tra questi quello che mi affascina molto è il dato del “chilometraggio in età evolutiva”. In letteratura scientifica purtroppo non è stato possibile reperire una serie storica su questa tipologia di dati.
Ma sono piuttosto sicuro del fatto che i bambini nati negli anni ’50 e ’60, nonché primi anni ’70, nella fascia di età 5-15 anni, accumulavano una mole di chilometri largamente superiore a quella delle generazioni ’80 – ’90 e ora (sempre peggio) 2000.
Sostanzialmente tra giochi all’aperto e spostamenti vari (scuola, commissioni ecc.) i bambini che sono poi diventati fuoriclasse nella corsa sviluppavano un curriculum aerobico altamente funzionale a quello che avrebbero poi fatto da adulti.
Dimostrare a livello numerico tale supposizione sarebbe stata la ciliegina sulla torta per la mia tesi, ma come detto non sono stati rilevati dati concreti e ufficiali (almeno in Italia) da poter utilizzare. La mia rimane pertanto è una teoria confutabile. Altre cause sono sicuramente ricercabili nel declino d’appeal della pista a favore delle corse strada e dalla modifica delle metodiche di allenamento nelle categorie giovanili, dove la tendenza è quella di sviluppare uno scarso chilometraggio settimanale facendo però intensità di ritmo, contro un volume più elevato a livello chilometrico con tanta percentuale di lavoro a bassa intensità (corsa lenta)."

http://www.saveriofattori.it/2015/10/i- ... clino.html
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6490
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da Zedemel » mer 10 gen 2018, 14:53

Ho idea che il secondo motivo (intensità e scarso chilometraggio) riguardi atleti potenzialmente forti che sostanzialmente non migliorano più.
Mentre il primo motivo (chilometraggio in età evolutiva) potrebbe spiegare più in generale il peggioramento prestazionale che riguarda indistintamente tutto il mondo "occidentale" e tutti i livelli di prestazione, come da mio link iniziale.
Il che potrebbe quagliare anche coi successi east africans, non legati solo allo stile di vita presente, ma al fatto che questa vita (altura, alimentazione, allenamento, tripla A 8-) :) ) sia così per loro fin dalla nascita.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3540
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da Ericradis » mer 10 gen 2018, 15:35

lucaliffo ha scritto:
mer 10 gen 2018, 14:31
"Certo, mi sono interrogato sulla cause. Come sempre non si può incanalare il crollo delle prestazioni su una sola causa. E’ sicuramente una sommatoria di fattori.
Tra questi quello che mi affascina molto è il dato del “chilometraggio in età evolutiva”. In letteratura scientifica purtroppo non è stato possibile reperire una serie storica su questa tipologia di dati.
Ma sono piuttosto sicuro del fatto che i bambini nati negli anni ’50 e ’60, nonché primi anni ’70, nella fascia di età 5-15 anni, accumulavano una mole di chilometri largamente superiore a quella delle generazioni ’80 – ’90 e ora (sempre peggio) 2000.
Sostanzialmente tra giochi all’aperto e spostamenti vari (scuola, commissioni ecc.) i bambini che sono poi diventati fuoriclasse nella corsa sviluppavano un curriculum aerobico altamente funzionale a quello che avrebbero poi fatto da adulti.
Dimostrare a livello numerico tale supposizione sarebbe stata la ciliegina sulla torta per la mia tesi, ma come detto non sono stati rilevati dati concreti e ufficiali (almeno in Italia) da poter utilizzare. La mia rimane pertanto è una teoria confutabile. Altre cause sono sicuramente ricercabili nel declino d’appeal della pista a favore delle corse strada e dalla modifica delle metodiche di allenamento nelle categorie giovanili, dove la tendenza è quella di sviluppare uno scarso chilometraggio settimanale facendo però intensità di ritmo, contro un volume più elevato a livello chilometrico con tanta percentuale di lavoro a bassa intensità (corsa lenta)."

http://www.saveriofattori.it/2015/10/i- ... clino.html
Certo che gli istogrammi sono veramente impietosi. Io formulo un'altra ipotesi: hanno allungato le piste.

maarco72
Promesse
Promesse
Messaggi: 1215
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 16:32

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da maarco72 » mer 10 gen 2018, 18:29

Elio belluschi ha se non ricordo male 29'30''sui 10000m..e 1h03'.in mezza

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13095
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da lucaliffo » mer 10 gen 2018, 19:43

sì elio 29'28.

secondo me fermo restando il primo motivo, sul quale non si può fare nulla ma che colpisce tutti i paesi evoluti, e il secondo, che danneggia solo 5000 e 10000 a favore di mezza e maratona e che colpisce anche gli africani, il motivo più importante è il TERZO, ovvero un errore tecnico tragico e fondamentale tipico italiano ma che purtroppo attrae perchè è in sintonia col fancazzismo della modernità.

infatti, vedendo le liste mondiali 2017, ci sono:
11 bianchi fra 13'10 e 13'20 sui 5000
17 bianchi fra 3'32 e 3'35 nei 1500
quasi tutti di area anglosassone (usa, australia, uk).
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6490
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da Zedemel » mer 10 gen 2018, 20:42

io ho sempre in mente Kawauchi, 7 allenamenti, metodo molto basico, 140km.... 2h08'.
Da lì si dovrebbe ripartire, certo che... quanti atleti in italia fanno almeno 140km a settimana? Temo pochi se poi li depuriamo da amatori su con l'età.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6490
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da Zedemel » lun 22 gen 2018, 9:06

https://www.albanesi.it/corsa/i-fissati-della-corsa.htm
qua un articolo dell'albanesi sull'argomento
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
spiritolibero
Seniores
Seniores
Messaggi: 2276
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 12:28

Re: Altra analisi sul rallentamento degli sportivi

Messaggio da spiritolibero » lun 22 gen 2018, 12:27

Sono solo in parte d'accordo. C'è stato un rallentamento anche per l'innalzamento dell'età degli agonisti. Le categorie più numerose sono quelle tra gli SM40 e gli SM50, che poi erano quelli che ai tempi andavano "forte".
Mancano clamorosamente tutte le generazioni successive. Si difende la mia categoria SM 35, ma già la SM è in forte difficoltà numerica. E così non dovrebbe essere perché comprende una fascia d'età di ben 12 anni! (tra 23 e 35 anni). Non parliamo poi della categoria SF dove ho visto gare con 1-3 concorrenti su 200 partecipanti complessivi. :shock:
1,73m x 59kg
obiettivi: mezzofondista in cerca di sfide

Rispondi