E i libri?

Parliamo d'altro
Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1377
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » dom 16 set 2018, 9:02

https://youtu.be/HwMH_0aXTZ8

Terminata la lettura de "I Beati Paoli" :study:

Nonostante sia nel complesso un buon libro e pure piacevole da leggere, il voto di 3 stelle su 5 rappresenta bene il mio giudizio . E' un romanzo d'appendice, piuttosto lungo, mai noioso ma nemmeno troppo avvincente e questo per un eccessivo reiterarsi di schemi narrativi che rendono troppo prevedibile l'evoluzione del racconto. I personaggi sembrano mancare di spessore psicologico, sono poco o malamente caratterizzati in tal senso e per questo risultano spesso poco credibili e realistici. Abbondano i personaggi romantici, i cavalieri senza macchia ne paura, le dame che muoiono d'un bacio e questo non incontra sicuramente il mio gusto. Il concetto di giustizia dei Beati Paoli, tema cardine del romanzo, appare ingenuo o quantomeno singolare, la loro lotta non è rivolta a scardinare le regole di una società profondamente ingiusta e con profonde disparità ma a mantenere lo status quo. I poveri possono continuare a morire per strada purché ciò non sia causato formalmente o direttamente da uno della classe dei privilegiati. Insomma, un libro sicuramente di ottimo livello, degno di essere letto ma non esattamente di mio gusto; dato il lungo tempo necessario per leggerlo, sarebbe forse stato meglio investirlo in qualcosa di più arricchente.
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Avatar utente
AdeleSkywalker
Juniores
Juniores
Messaggi: 900
Iscritto il: sab 5 set 2015, 20:06

Re: E i libri?

Messaggio da AdeleSkywalker » dom 16 set 2018, 9:18

Io ho comprato giovedì 20/80, lo sto leggendo, anche se al momento non ho molta voglia di sentire di corsa, almeno mi acculturo.
MayTheForceBeWithYou

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1377
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » dom 16 set 2018, 9:26

AdeleSkywalker ha scritto:
dom 16 set 2018, 9:18
Io ho comprato giovedì 20/80, lo sto leggendo, anche se al momento non ho molta voglia di sentire di corsa, almeno mi acculturo.
Che libro è? Si intitola "20/80"?
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Avatar utente
AdeleSkywalker
Juniores
Juniores
Messaggi: 900
Iscritto il: sab 5 set 2015, 20:06

Re: E i libri?

Messaggio da AdeleSkywalker » dom 16 set 2018, 9:30

No, sono io che mi scoccio a scrivere il nome completo, ma sarebbe 80/20 Running: Run Stronger and Race Faster By Training Slower.

Diciamo che non amo leggere libri sulle metodologie di corsa, sono più da Romanzo, ma questo, almeno la settimana scorsa, mi aveva incuriosito.
MayTheForceBeWithYou

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1377
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » dom 16 set 2018, 15:54

L'Appiedato ha scritto:
dom 16 set 2018, 9:02
https://youtu.be/HwMH_0aXTZ8

Terminata la lettura de "I Beati Paoli" :study:

Nonostante sia nel complesso un buon libro e pure piacevole da leggere, il voto di 3 stelle su 5 rappresenta bene il mio giudizio . E' un romanzo d'appendice, piuttosto lungo, mai noioso ma nemmeno troppo avvincente e questo per un eccessivo reiterarsi di schemi narrativi che rendono troppo prevedibile l'evoluzione del racconto. I personaggi sembrano mancare di spessore psicologico, sono poco o malamente caratterizzati in tal senso e per questo risultano spesso poco credibili e realistici. Abbondano i personaggi romantici, i cavalieri senza macchia ne paura, le dame che muoiono d'un bacio e questo non incontra sicuramente il mio gusto. Il concetto di giustizia dei Beati Paoli, tema cardine del romanzo, appare ingenuo o quantomeno singolare, la loro lotta non è rivolta a scardinare le regole di una società profondamente ingiusta e con profonde disparità ma a mantenere lo status quo. I poveri possono continuare a morire per strada purché ciò non sia causato formalmente o direttamente da uno della classe dei privilegiati. Insomma, un libro sicuramente di ottimo livello, degno di essere letto ma non esattamente di mio gusto; dato il lungo tempo necessario per leggerlo, sarebbe forse stato meglio investirlo in qualcosa di più arricchente.
link errato...
https://www.youtube.com/watch?v=EkF2d7JmL0c
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

mb70
Juniores
Juniores
Messaggi: 650
Iscritto il: gio 1 set 2016, 21:59

Re: E i libri?

Messaggio da mb70 » mar 18 set 2018, 23:50

Ottima idea quella di fare una verticale sulla storia e ruolo della nobiltà siciliana

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk


mb70
Juniores
Juniores
Messaggi: 650
Iscritto il: gio 1 set 2016, 21:59

Re: E i libri?

Messaggio da mb70 » mer 19 set 2018, 0:03

L'Appiedato ha scritto:Ho terminato MARTIN EDEN di Jack London
https://youtu.be/A2JPUzYLF7M
Credo di poter affermare sia il romanzo piú bello che io abbia mai letto.
Splendido nel contenuto, meraviglioso nella forma.
Una vera opera d'arte
Terminato anch'io.
Un capolavoro. Ripercorre la sua vita densa di avvenimenti e vissuta con grande intensità. London ha una grande capacità di descrivere l'animo umano e come questo si adatta alle sovrastrutture culturali. London espone il suo pensiero filosofico e il fascino verso la legge della selezione naturale e verso Nietzsche. Probabilmente coglie l'animo degli statunitensi che arrivati fino alla west coast si ritrovarono senza una frontiera da superare. Un po mi ricorda Pasolini.

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1377
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » mer 19 set 2018, 9:36

mb70 ha scritto:
mer 19 set 2018, 0:03
L'Appiedato ha scritto:Ho terminato MARTIN EDEN di Jack London
https://youtu.be/A2JPUzYLF7M
Credo di poter affermare sia il romanzo piú bello che io abbia mai letto.
Splendido nel contenuto, meraviglioso nella forma.
Una vera opera d'arte
Terminato anch'io.
Un capolavoro. Ripercorre la sua vita densa di avvenimenti e vissuta con grande intensità. London ha una grande capacità di descrivere l'animo umano e come questo si adatta alle sovrastrutture culturali. London espone il suo pensiero filosofico e il fascino verso la legge della selezione naturale e verso Nietzsche. Probabilmente coglie l'animo degli statunitensi che arrivati fino alla west coast si ritrovarono senza una frontiera da superare. Un po mi ricorda Pasolini.

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk
contento che ti sia piaciuto. Chiamarlo capolavoro non è affatto eccessivo.
E per giunta, se si tralascia zanna bianca, non è nemmeno un libro ed un autore così tanto conosciuto.
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12792
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: E i libri?

Messaggio da lucaliffo » mer 10 ott 2018, 11:51

con un sorriso di benevola comprensione, li vedo un po' infantili gli italiani quando per la prima volta entrano nella "terribile" FAVELA... ma è un racconto molto carino e divertente ("lucio" nei commenti sono io):

https://www.vivereinbrasile.com/2018/10 ... ment-16530
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
L'Appiedato
Promesse
Promesse
Messaggi: 1377
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: E i libri?

Messaggio da L'Appiedato » sab 13 ott 2018, 15:33

Allora, qualcuno ha mai letto Poe?
LE AVVENTURE DI GORDON PYM
corredato da una trilogia di video:
1) prima parte
https://www.youtube.com/watch?v=XEatY2Jn3pA&t=604
2) seconda parte
https://www.youtube.com/watch?v=K9j_lIrD_VE&t=9s
3) terza parte
https://www.youtube.com/watch?v=K9j_lIrD_VE&t=9s

(La terza parte è la più interessante perchè al minuto 15:10 si vide il mio gatto :love: )

Due parole veloci sul libro:
Non è stata una lettura semplice. E' un libro che non mi è piaciuto granché ma è ugualmente interessante.
Come si evince dal titolo, parla di una avventura sui mari, tuttavia il racconto parte come un qualsiasi romanzo di avventura ma in breve tempo abbandona la realtà e il verosimile, passa attraverso la fantascienza (sulla falsariga di Verne) e l'horror e travalica nel metafisico dove ormai si perde contatto con la realtà ed ogni cosa diventa simbolico.
Io lo definirei come un romanzo liminale poichè Gordon Pym, dopo varie traversie, giunge ai confini del mondo, un confine non inteso solo in senso fisico ma appunto metafisico, un limes oltre il quale le conoscenze dell'uomo e la sua capacità di descrivere e comprendere le cose non sono più sufficienti. C'è un qualcosa oltre la realtà empirica, un qualcosa che potremmo definire spirituale, di cui possiamo far esperienza ma non ci è dato capire.
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/

Rispondi