orlando su eliud

L'allenamento per i 42km
Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3592
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: orlando su eliud

Messaggio da Ericradis » mar 3 ott 2017, 21:29

Una considerazione giusta sull'allenamento di k. è che il chilometraggio settimanale non è molto alto(per il suo rango)

Avatar utente
bruttoalleccesso
Juniores
Juniores
Messaggi: 509
Iscritto il: mer 3 mag 2017, 12:05

Re: orlando su eliud

Messaggio da bruttoalleccesso » mer 4 ott 2017, 9:56

@Ericradis
Neppure per preparare la maratona si corre tantissimo ormai.E' una cosa che accade già da tantissimo tempo.
Lo stesso Pizzolato nel suo libro scrive che mentre lui, Bordin e gli altri europei ed asiatici superavano i mille km al mese,Steve Jones e De Castella correvano sui 700-750 km mensili.

Il buon Renato Canova spiega il perchè questo avvenga e sia possibile.

Now that Renato Canova’s training philosophy has been summarized, we can examine the
question of mileage for the marathon. Traditionally, it has been thought that a marathoner must always
run prodigiously high volumes—upwards of 20 miles a day for the top athletes. In contrast, James
Kwambi and Duncan Kibet only run 80-90 miles a week, often only running once per day. However,
other elite marathoners like Martin Lel and Robert Cheruiyot maintain 135-150 miles per week.
Whereas low-mileage marathoners run 60% (50 miles a week) of their mileage near marathon pace,
higher-volume runners do less than 37 miles per week near marathon pace, and the proportion is much
smaller—only 25-30% of the weekly volume.
Why is high mileage not necessary for Kibet and Kwambi to run 2:04 marathons? To answer
this, we have to return to Canova’s thesis—all non-specific training exists only to support the body’s
ability to do race-specific training. Canova acknowledges that high mileage training and long easy runs
can promote capillary growth and mitochondrial growth, but he points out that this cannot continue
indefinitely—once the athlete has maximized his or her mitochondrial density and capillary beds, there
is no reason to continue to do high volume. If an athlete repeats the same training over and over, the
result will be stagnation. Training must evolve—always, a runner must be learning to run fast for a long
time. “Really, somebody can suppose that, for an athlete able running 42 km under 3' / km, RUNNING
AT A SPEED OF 6:00 per Mile can be a useful training?” writes Canova. To him, high-volume training
for marathoners exists only to support the ability to complete the long fast runs of 15-25 miles at a high
percentage of marathon pace. Once the athlete can complete these workouts, there is no reason for the
mileage—the focus is making the long-fast run faster or longer. Mileage must increase for the first 3-5
years of a runner’s career; after that, it is not so important, according to Canova.
Renato Canova credits the inclusion of long-fast runs in long-distance training programs
(incorporated into his fundamental and special periods) as the reason for faster times today in the 5k,
10k, and especially the half-marathon and marathon. While Peter Snell’s 1:44 800m in 1964 would still
be world-class, the 10k world record at the time (28:15) would be considered rather paltry by today’s
standards. According to Canova, Ron Clarke was the first to employ long-fast runs of 9.5-12.5 miles,
eventually becoming able to run them at nearly 3min/km. The result? An improvement by over 30
seconds in the 10km world record.

Ericradis
Seniores
Seniores
Messaggi: 3592
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 21:58

Re: orlando su eliud

Messaggio da Ericradis » mer 4 ott 2017, 10:26

@ bruttoalleccesso Lessi un articolo di Canova che diceva anche che tradizionalmente i keniani corrono meno km degli eritrei.
Nello specifico caso di Kipchoge trovo che aver corso a maggio una maratona abbia influito nel non eccedere nel chilometraggio perchè probabilmente superfluo.

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13400
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: orlando su eliud

Messaggio da lucaliffo » mer 4 ott 2017, 10:27

però un paio di interviste precedenti parlano di chilometraggi maggiori...

oh, comunque 100 volte meglio l'analisi di magness che quella di pizzo.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6719
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: orlando su eliud

Messaggio da Zedemel » mer 4 ott 2017, 10:48

se mitocondri e capillari arrivano ad una stagnazione, cosa si va a sviluppare? La famosa running economy? Si abitua il corpo a consumare sempre meno per quel dato livello d'intensità?
Ma quel punto fare 50km intensi alla settimana o farne 50 intensi e altri 100 easy, è la stessa cosa? L'easy che fa fare diventa uno sciogligambe e basta?

Oh poi si sta parlando se farne 180 o 240, che son tanti km a prescindere :-D
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Zedemel
Elite
Elite
Messaggi: 6719
Iscritto il: mer 2 dic 2015, 19:41

Re: orlando su eliud

Messaggio da Zedemel » mer 4 ott 2017, 10:52

Sarebbe curioso capire anche quanto facessero a settimana gente come Bekele e Kipchoge quando facevano i 3.000 e i 5.000 in pista. Da lì per loro potrebbe trattarsi solo di estendere i km di velocità che però hanno già ampiamente nelle gambe.
1,83mx75kg, 1976, mizuno wave rider e sayonara
PB: 10.000m 41'09" (05/02/17), 21.097m 1h32'21"(19/02/17)

Avatar utente
bruttoalleccesso
Juniores
Juniores
Messaggi: 509
Iscritto il: mer 3 mag 2017, 12:05

Re: orlando su eliud

Messaggio da bruttoalleccesso » mer 4 ott 2017, 11:03

@lucaliffo
Si, Pizzolato è proprio fuori strada. Magness è più ancorato alla realtà dei fatti.

spuffy
Seniores
Seniores
Messaggi: 2232
Iscritto il: dom 22 feb 2015, 14:29

Re: orlando su eliud

Messaggio da spuffy » mer 4 ott 2017, 12:46

Si allora sono un polarizzatore folle!

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

1500-4:13:33 2:50 min/km
3000-8:42 2:54 min/km
5000 14:55 2:59 min/km
10000 30:26 3:02 min/km
Mezza 1:07:37 3:13 km

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13400
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: orlando su eliud

Messaggio da lucaliffo » mer 4 ott 2017, 14:00

bruttoalleccesso ha scritto:
mer 4 ott 2017, 11:03
@lucaliffo
Si, Pizzolato è proprio fuori strada. Magness è più ancorato alla realtà dei fatti.
"fuori strada" è troppo buonista... io direi "............... censored ..............." :hihihi:

poi ci sono i giappy che fanno 350km a settimana.

ho molte tabelle di maratoneti anni 80. messina, marchei e il pizzulatore non facevano tanti km.
facevano tanti km magnani e bordin: dicevano che lo facevano perchè erano ciccioni e li aiutava a contenere il peso.
magnani aveva tabelle molto belle per l'epoca (primi anni 80), certo gli mancavano le trovate più recenti:
- lunghi tirati (keniani)
- 20-25km di ripetute lunghe (bordin, leone, baldini)
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

Avatar utente
bruttoalleccesso
Juniores
Juniores
Messaggi: 509
Iscritto il: mer 3 mag 2017, 12:05

Re: orlando su eliud

Messaggio da bruttoalleccesso » mer 4 ott 2017, 14:50

@lucaliffo
Pizzo è un pò bugiardo allora visto che dice una cosa e ne faceva una altra:-)

Rispondi