Palestra per la corsa.

L'importanza del potenziamento e dello stretching
lucaliffo
Elite
Elite
Messaggi: 24951
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da lucaliffo »

per la palestra in brasile mi pare cheb non spingano sempre e comunque se un giorno sfonnano il pettorale poi per un paio di giorni non lo toccano
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/
Avatar utente
L'Appiedato
Elite
Elite
Messaggi: 6013
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da L'Appiedato »

lucaliffo ha scritto:per la palestra in brasile mi pare cheb non spingano sempre e comunque se un giorno sfonnano il pettorale poi per un paio di giorni non lo toccano
Sì, infatti parlavi di push pull legs.
Non lo so, forse ho scritto castronerie o ho sovrastimato la diffusione di certe metodiche...lascio la parola a Salvassa.
Io cmq mi riferivo strettamente alla forza non alla ipetrofia, di cui se possibile so ancora meno e per cui proprio non trovo interesse.

Inviato dal mio SM-A600FN utilizzando Tapatalk



" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/
chippz
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 17349
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da chippz »

@Appiedato:
Partiamo da quelli forti per davvero. Se è vero che allenano quell'alzata anche 1/2 o 3 volte a settimana (per 2 alzate principali come squat e stacco + 1/2 alzate secondarie come leg press, ovviamente parlando per gambe), è anche vero che tanto più sono forti tanto più hanno un buffer.

Esempio, Browner ha come obiettivo 510 kg stacco (oltre che le varie gare), ma in allenamento generalmente sta tra i 340 e 440 kg, in un ciclo in cui ogni settimana aumenta i kg e diminuisce le reps totali. Poi magari a fine ciclo fa dei test fino a singole con 460 kg. Non mi pare di averlo mai visto sollevare più di 460 kg in allenamento. Eppure in "gara" ha fatto 505 e ha staccato 510 kg (senza riuscire a chiuderlo).

Invece per un amatore sta cosa è inconcepibile, fino alla scorsa estate che facevo palestra intensamente, stavo molto spesso vicino al massimale. Al 90% 1rm Browner ci fa 1 rep a fine ciclo, io ci facevo almeno un 3x3 due volte a settimana.

Quindi purtroppo è riduttivo ragionare solo sui carichi. E' la stessa differenza che c'è tra uno sprinter elite e uno amatore. Io posso anche farmi più sprint massimali di fila, un elite no perché io non riesco a raggiungere quello sforzo a livello di snc.


Quanto alla corsa, la variabile principale è il tempo.
Allenarsi "a paciugo" in proporzione fa migliorare più velocemente che "polarizzato". Il problema è che c'è un limite a quanta intensità puoi fare e il rischio di burnout è ben maggiore. Poi anche qua dipende dal livello. Ora posso permettermi di fare anche 3 lavori a rg5/10 km a settimana e tutti anche da pb, invece uno allenato fa pb solo in gara e solo nelle giuste condizioni.
Gym: squat 110k / panca 70k / stacco 145k
Run: 10k 37':40" / 3k 10':22" / 1,5k 4':44" / 0,8k 2':16" / 0,4k 1':00"
Watt: 20' 318 / 10' 344 / 5' 381 / 1' 549 / max 1052